Isole Vergini britanniche rase al suolo dall'uragano Irma, l'appello di una romana: «Ci sono italiani dispersi, aiutateci»

PER APPROFONDIRE: irma, isole vergini britanniche
Virgin Gorda rasa
al suolo, l'appello
di una romana:
Italiani dispersi,
aiutateci

di Veronica Cursi

Per cinque anni è stata il suo paradiso. Ora invece Virgin Gorda, la terza isola più grande delle Isole Vergini britanniche, il posto che aveva scelto come casa quando decise di trasferirsi da Roma non esiste più: rasa al suolo dall'uragano Irma. Case, negozietti, resort: tutto distrutto. Insieme ai suoi sogni e a tutto quello che aveva costruito.

Guendalina Buzzanca, romana di 32 anni che lavora a Necker Island, l'isola privata di Richard Branson colpita anch'essa dall'uragano, ha deciso di lanciare un appello su Facebook per chiedere aiuto. «Telegiornali italiani e articoli parlano solo di St. Barth e Saint Marteen - scrive in un post - Nessuno parla delle Isole Vergini Britanniche. La nostra isola, Virgin Gorda, è rasa al suolo: 9 case su 10 sono crollate e tutti i resort sono distrutti. Abbiamo bisogno di aiuti».
 

«Da noi - continua - vivono anche diversi italiani, circa 40, e nessuno parla di loro. Non siamo sicuri che il nostro appartamento regga a questo secondo uragano in arrivo, anche se grazie a Dio non sembra passare sopra alle nostre isole. Vi prego di aiutarci, qui c'è gente che non ha più cibo nè acqua. I contatti telefonici sono interrotti. Abbiamo contattato la Farnesina, ho dato il nome degli italiani dispersi che sono lì, spero intervengano il prima possibile».

Guendalina vive sull'Isola con il marito, anche lui romano, che è direttore della Marina andata completamente distrutta, e una bimba di 4 mesi. Si trovava in vacanza a Roma dov'era venuta a trovare la sua famiglia quando è arrivato l'uragano. «Dovevo tornare giovedì ma hanno cancellato il volo- racconta - siamo disperati. Non riesco ad avere notizie dei miei amici, della mia casa. Voglio tornare sulla mia isola. Quando vedo le immagini in televisione mi sembra di vivere un incubo».

Incubo che sta vivendo anche Adelaide Rispoli: da martedì pomeriggio non ha più notizie di suo fratello Raffaele, 36 anni di Napoli, che vive a Virgin Gorda da dieci mesi. «Non riusciamo a parlare con lui, a sapere dove si trova. Le condizioni lì sono catastrofiche. Abbiamo creato un gruppo di italiani su Facebook per lanciare un appello a chiunque sappia qualcosa. Ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni: io personalmente ho contattato il ministero degli Affari Esteri, il consolato inglese, nessuno ancora ci ha dato una mano. Prego solo che si risolva tutto per il meglio».

E c'è apprensione anche per 13 persone che si trovano in un'altra delle Isole Vergini britanniche, Tortola. «Mio zio Antonio Spada - racconta Roberto Colucci -  è in condizioni disperate. Abbiamo avvisato la Farnesina. Hanno risposto che ci faranno sapere ma siamo molto preoccupati».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 9 Settembre 2017, 13:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Isole Vergini britanniche rase al suolo dall'uragano Irma, l'appello di una romana: «Ci sono italiani dispersi, aiutateci»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti