Costantino Vitagliano: «Corona urlava sotto casa mia, era diventato quello che voleva»

Costantino Vitagliano: «Corona urlava sotto casa mia, era diventato quello che voleva»
«Non c'è rivalità con Fabrizio Corona, almeno da parte mia. Era lui che veniva sotto casa mia a urlare», sono le parole di Costantino Vitagliano, intervistato da Lorella Boccia durante il programma "Rivelo" in onda sul Nove. Il vip ha parlato del suo rapporto con l'ex re dei paparazzi e Lele Mora.

«Con Lele Mora, con cui oggi ho ripreso il dialogo, ho sempre avuto un rapporto schietto e sincero. Per quanto riguarda Corona, da parte mia non c’era rivalità. Era lui che veniva sotto casa a urlare ‘Sono il nuovo Costantino’, non ero certo io. Urlava ‘Sono il nuovo Costantino’, era gasato, era diventato noto, era diventato quello che voleva. Prima Fabrizio era il marito di Nina, poi è diventato Fabrizio», spiega Costantino.

Nel corso dell'intervista, Costantino ha anche parlato della sua grande popolarità e della crisi che ha attraversato quando ha smesso di lavorare: «Le persone che mi stavano accanto erano tante e le più intime sono quelle che mi hanno abbandonato quando il castello è crollato. A chi mi riferisco? A tante persone, le mie ex compagne, i miei ex amici… per sette, otto anni sono stato circondato da persone. Parlo di tutto l’insieme, di quel castello dorato che vivevamo tutti insieme»
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 21 Dicembre 2018, 21:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Costantino Vitagliano: «Corona urlava sotto casa mia, era diventato quello che voleva»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti