Sabato 17 Novembre 2018, 00:00

Venezia in chiaro, l'Ottocento tra Ciardi, Milesi e Favretto

Venezia in chiaro, l'Ottocento  tra Ciardi, Milesi e Favretto
LA MOSTRALa storia dell'arte ha dovuto spesso rivedere le incomprensioni, i malintesi e le chiusure critiche manifestate nei confronti di movimenti che oggi appaiono invece chiaramente leggibili ed accattivanti. Come è avvenuto, nei primi anni del Novecento, per il rivoluzionario Cubismo di Picasso e Braque, il rumoroso Futurismo di Marinetti, e l'Astrattismo lirico di Kandinsky. Anche la pittura italiana dell'Ottocento, che a suo tempo ha riscosso non poco successo, è stata poi considerata, a parte qualche caso isolato, tra le espressioni...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Venezia in chiaro, l'Ottocento tra Ciardi, Milesi e Favretto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER