Venerdì 20 Ottobre 2017, 00:00

Se l'identità è incerta la società è crudele

Se l'identità è incerta  la società è crudele
Qualche anno fa il regista e sceneggiatore cileno Sebastian Lelio ebbe un momento di grande notorietà con il film Gloriaa. Adesso ecco di nuovo Lelio impegnato a descrivere i tormenti esistenziali di una donna, a suo modo fantastica, come da titolo: la sua particolarità, svelata presto nel film, è che in realtà si tratta di una persona transgender.Il primo dramma che accade nel film a Marina, al di là della propria identità personale, è che il suo compagno Orlando, di vent'anni più vecchio, muore per un malore nella notte, dopo aver...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Se l'identità è incerta la società è crudele
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER