Mercoledì 11 Gennaio 2017, 00:00

Lo scultore Orlandi: «Tracce evidenti in calle del Lovo»

C'è anche un'altra ipotesi, sulla fantomatica terza colonna del Molo di San Marco. Nel Cinquecento, Francesco Sansovino (figlio di Jacopo) scrisse che durante il trasporto dall'Oriente, il terzo affusto affondò, forse vicino alla riva. E ora nel dibattito si inserisce la suggestiva ipotesi di Fabio Orlandi, scultore veneziano che ai Murazzi creò un vero e proprio museo all'aria aperta, ma soprattutto studioso e grande innamorato della sua città: la colonna non sarebbe andata perduta e, ogni giorno, migliaia di persone vi transiterebbero...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lo scultore Orlandi: «Tracce evidenti in calle del Lovo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER