Mercoledì 23 Gennaio 2019, 00:00

«Ho dovuto chiudere il laboratorio, un peccato»

Dal laboratorio di vetri d'arte al lavoro di badante. Dai balli folk nelle piazze e nei locali di Friuli e Slovenia alle case di persone sole e malate in Inghilterra. Come mai questo cambiamento? «Difficile rispondere in due parole - dice Daniele Scurti -. È conseguenza di tutta una serie di cambiamenti personali». In Friuli non c'erano sbocchi o voleva provare un'altra esperienza in un Paese diverso? «Sicuramente i mercati del Friuli Venezia Giulia e anche della Slovenia non sono semplici, e bisogna essere abili venditori oltre che bravi...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Ho dovuto chiudere il laboratorio, un peccato»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER