Sabato 17 Marzo 2018, 00:00

Falciato e ucciso sul cavalcavia: «Colpa del Comune»

IL RICORSOTREVISO Serve una perizia super partes perché quella della Procura non ha adeguatamente valorizzato aspetti, altresì evidenziati dagli esperti della difesa, dei quali il giudice di primo grado non ha tenuto conto nella sentenza di condanna. E uno degli argomenti che fanno parte dell'appello con il quale gli avvocati Fabio Capraro e Francesco Fava chiedono la cancellazione della condanna a 4 anni e sei mesi inflitta alla barista 39enne Federica Dametto, di Casier. Secondo l'accusa, il 3 settembre 2015, l'imputata avrebbe travolto e...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Falciato e ucciso sul cavalcavia: «Colpa del Comune»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER