Martedì 17 Luglio 2018, 00:00

IL CASO
PADOVA Cinque colpi di pistola, uno dietro l'altro, hanno rotto il silenzio

IL CASOPADOVA Cinque colpi di pistola, uno dietro l'altro, hanno rotto il silenzio della notte alle porte di Padova. Due pallottole di piccolo calibro si sono conficcate nella facciata dell'abitazione, tre hanno attraversato la tapparella e la finestra, colpendo l'armadio, il soffitto e il muro dove poggia la testata del letto di un ragazzo di vent'anni. A essere presa di mira è la casa di Ario Gervasutti, 55 anni, friulano di Palmanova ma padovano d'adozione, giornalista del Gazzettino, caporedattore in servizio all'ufficio centrale della...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
IL CASO
PADOVA Cinque colpi di pistola, uno dietro l'altro, hanno rotto il silenzio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER