Sabato 26 Maggio 2018, 00:00

«Ci telefonò una sensitiva: disse che Rossella era morta»

«Ci telefonò una sensitiva:  disse che Rossella era morta»
SAN VITO«Non dimenticherò mai quella sera: erano le 22, stavo andando a dormire quando il telefonò suonò. Rispose mio padre: dall'altro capo del filo c'era una donna, si identificò come una sensitiva, e ci rivelò: so dove si trova Rossella. È uno dei ricordi ancora forti e vividi scolpiti nella memoria di Mara Corazzin, che in queste ore, dopo le rivelazioni di Angelo Izzo, accetta di condividere, svelando nuovi particolari. Mara racconta di uno strano episodio che ancora oggi scuote il suo animo. IL CONTATTOAnni fa, la nostra famiglia...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Ci telefonò una sensitiva: disse che Rossella era morta»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER