Mercoledì 13 Giugno 2018, 00:00

IL PROCESSO
BELLUNO «Un anno di reclusione». È la richiesta pronunciata

IL PROCESSOBELLUNO «Un anno di reclusione». È la richiesta pronunciata ieri, in Tribunale a Belluno, dal pm Marco Faion al termine del processo che vede alla sbarra Gianfranco Buonanno, friulano originario di San Giovanni al Natisone, che lavora per una ditta di Latisana. L'imputato è accusato di truffa, ma anche di esercizio abusivo di una professione e falsità ideologica per i certificati rilasciati agli allievi. Il caso risale al 2009 quando Buonanno, consulente alimentare, biologo e agronomo, fece dei corsi per personale che doveva...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
IL PROCESSO
BELLUNO «Un anno di reclusione». È la richiesta pronunciata
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER