Spara col fucile a mamma e zia, poi si barrica in casa: «Mi uccido»

PER APPROFONDIRE: fucile, mamma, roverchiara, spara, zia
Spara a mamma e zia, poi  si barrica in casa:«Mi uccido»
VERONA - Un uomo di 46 anni in preda ad un raptus nella sua abitazione di Roverchiara ( Verona) ha imbracciato un fucile da caccia ed ha sparato un colpo verso i propri familiari (la madre e una zia), fortunatamente senza colpirli. Le due donne sono riuscite a fuggire, dando l'allarme. Dopo essersi barricato in casa, minacciando di uccidersi, l'uomo ha accettato di parlare con i carabinieri giunti sul posto, prima da Legnago e poi dal Comando provinciale di Verona.

Infine, dopo una lunga trattativa, ha accettato di uscire e si è arreso, consegnando il fucile. La persona è stata sottoposta alle cure del caso da parte del personale medico, ed è stato portato in ospedale. Prima della conclusione della trattativa, i militari avevano fatto allontanare per sicurezza le persone delle abitazioni vicine. Il 46enne avrebbe cercato di spiegare la sua folle reazione con motivi legati a problemi economici.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 5 Agosto 2018, 20:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spara col fucile a mamma e zia, poi si barrica in casa: «Mi uccido»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-08-06 14:54:54
Anche il caldo fa la sua pèarte in questi casi.
2018-08-06 10:57:24
Con una mira cosi' ..sarebbe il caso!