Maso a Manuel Foffo: «Io capisco
perché volevi uccidere tuo padre»

PER APPROFONDIRE: lettera, manuel foffo, pietro maso
Pietro Maso
VERONA - «Non posso biasimarti per quello che hai fatto». E' la frase pià forte della lettera scritta da Pietro Maso a Manuel Foffo, arrestato insieme a Marco Prato per l'omicidio di Luca Varani, il giovane ucciso "per noia" un mese fa a Roma. Il 44enne veronese, che nel 1991 massacrò i genitori con l'aiuto di tre amici, è stato colpito da una dichiarazione del giovane romano al pubblico ministero: «Volevo uccidere mio padre».

Nella lettera, pubblicata oggi dal Giornale, Maso -  che è in una comunità di recupero in Trentino -  scrive ancora a Foffo raccontadogli che un periodo molto duro
«ti aspetta per molti anni ancora. L’isolamento, la disperazione, gli sputi in faccia degli altri detenuti e la durezza delle guardie. La voglia di suicidarti e l’illusione di svegliarti da un brutto sogno e tornare alla vita di sempre».

«Un tentativo di farsi pubblicità e un'espressione di egocentrismo». Così il legale di Manuel Foffo, l'avv. Michele Andreano, commenta la lettera inviata al suo assistito da Pietro Maso. Secondo quanto riferisce l'avvocato la lettera  non è stata accolta con piacere da Manuel Foffo. Anzi. «Non è la prima lettera di questo tipo che riceve - spiega il legale - Io ho l'obbligo di difendere il mio cliente da tentativi di questo genere, per questo chiederemo al pubblico ministero se è possibile congelare la posta, in modo che la vedano prima gli avvocati e gli psichiatri e poi decideremo cosa consegnargli. Foffo è ancora in isolamento, è confuso e profondamente addolorato, pensa sempre al gravissimo delitto che ha commesso. Lettere di questo tipo lo fanno cadere nel più profondo sconforto. Dobbiamo fermare questi tentativi di intrusione senza senso».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 16 Aprile 2016, 11:48






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Maso a Manuel Foffo: «Io capisco
perché volevi uccidere tuo padre»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2016-04-18 09:28:58
cosa non si fa e si dice per apparire, l'assurdo ├Ę che giornali e tv danno ancora spazio ad un individuo del genere
2016-04-17 14:41:59
Io no di sicuro, ma se c'era uno che poteva capire era senz'altro Maso....ha ragione.. se non lo capiva lui...
2016-04-17 01:02:24
...Per├▓...e per fortuna che Maso doveva essere pentito e cambiato! E la societ├á cerca ancora di recuperarlo? Ma, qui non c'├Ę niente da recuperare!
2016-04-16 22:07:32
Altra eccellenza veneta..........Ciao.
2016-04-16 21:53:48
Ma ributtatelo in cella! e questa volta rompete la chiave nella serratura! e che la società si dimentichi di questo individuo!