Uccisa e fatta a pezzi, spunta
l'ipotesi di un omicidio-rituale

Uccisa e fatta a pezzi, spunta  l'ipotesi di un omicidio-rituale
VERONA - Non ha ancora un nome la donna ritrovata priva di vita nel Veronese la sera di sabato scorso, uccisa e fatta a pezzi probabilmente con una sega a motore. Un delitto su cui si allunga l'ombra di un rituale: a far balenare questa ipotesi è il fatto che il cadavere è stato smembrato in forma di semicerchio.

Il corpo è stato trovato all'imbrunire del 30 dicembre, sparpagliato in una decina di sezioni in un campo di ulivi a Valeggio sul Mincio. La prima ispezione cadaverica ha permesso di capire solo che l'amputazione multipla è stata fatta quando la donna era già morta. Chi l'ha assassinata, sezionandola dopo la morte, ha trasportato con dei sacchi i monconi del cadavere, abbandonandoli lungo un semicerchio del diametro di 5 metri. Un particolare che potrebbe far pensare ad un rituale, anche se la giovane non avrebbe subìto mutilazioni...


 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 2 Gennaio 2018, 08:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Uccisa e fatta a pezzi, spunta
l'ipotesi di un omicidio-rituale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-01-02 10:11:34
Se non ha ancora un nome....forse era una prostituta di strada?
2018-01-02 10:11:00
Nelle interviste dei politici gia'in fiblrillazion epre-elettorale si sente l'eco "Dobbiamo fare un passo AVANTI, bisogna guardare AVANTI ...avanti verso lal vittoria" Invece questi fatti dimostrano che stiamo tornando INDIETRO, e parecchio.
2018-01-02 09:22:06
omicidio rituale, ma per favore, quello l'ha sparpagliata per far notare meno i sacchi e per facilitare il lavoro degli animali.