Dà fuoco al suo palazzo per incassare i soldi dell'assicurazione

Dà fuoco al suo palazzo per incassare i soldi dell'assicurazione
SAN MARTINO BUON ALBERGO - È Gilberto Felisi, proprietario dei locali distrutti dall'incendio del 18 settembre a San Martino Buon Albergo (Verona), l'uomo arrestato dai Carabinieri l'accusa di avere scatenato il rogo. Felisi, 58 anni, è stato prelevato l'altra sera nella sua villa a Caldiero (Verona). Il Gip Elvira Vitulli ha accolto la richiesta di custodia cautelare in carcere per il pericolo di fuga. Il movente sarebbe il tentativo di incassare la polizza anti incendio. È escluso che l'indagato volesse colpire qualcuno che abita nell'edificio, dove erano alloggiati anche 24 migranti. Il reato contestato all'uomo per ora è solo procurato incendio, in quanto la compagnia assicurativa al momento non ha ancora presentato querela. I sospetti si sono indirizzati subito su Felisi che aveva anche tracce di ustioni sul corpo.

L'imprenditore fino a pochi mesi fa era titolare della Concessionaria Felix Moto che poi aveva ceduto ad un suo ex dipendente, con la Nuova Felix Moto, società che tuttavia risulterebbe avere un prestanome come amministratore. L'Arma ha spiegato che le immagini delle telecamere collocate nel distributore di benzina di fronte al palazzo bruciato, hanno evidenziato l'ingresso nel locale di una figura qualche minuto prima dello scoppio che ha scatenato l'incendio. A Felisi è stata anche sequestrata una Ferrari per la quale aveva pagato solo le prime sue rate del leasing. Sull'auto pendevano due ordini di sequestro da Francia e Germania. Nel 2007 Felisi era stato vittima di un gesto intimidatorio: sconosciuti avevano esploso due colpi di fucile contro la sua vettura.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 6 Ottobre 2018, 15:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dà fuoco al suo palazzo per incassare i soldi dell'assicurazione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-10-06 15:36:03
capisco la disperazione, avendola provata, ma sei uno molto in difficoltà. w carabinieri