Mercoledì 19 Settembre 2018, 22:22

«Non apriremo più le pedane sui bus». Gli autisti lasciano giù i disabili

PER APPROFONDIRE: actv, disabili, trasporti
Rottura totale tra Actv e sindacato sull’utilizzo delle pedane manuali a bordo degli autobus

di Fulvio Fenzo

Più che un comunicato, è una dichiarazione di guerra. Una “guerra” nella quale, da oggi, le vittime saranno i disabili in carrozzina che vogliono salire in autobus. Perché, a meno che non si tratti dei vecchi mezzi in cui ci sono ancora le pedane automatiche (sempre che funzionino), gli autisti Actv si rifiuteranno di azionare gli scivoli manuali che li obbligano ad abbandonare il posto di guida. Anche se dall’azienda replicano già che il Codice della strada non vieta ai conducenti di effettuare questo tipo di operazioni.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Non apriremo più le pedane sui bus». Gli autisti lasciano giù i disabili
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 31 commenti presenti
2018-09-21 22:40:07
E quando tranquillamente stanno al telefono per i fatti propri con decine di persone a bordo su quello non c'è nulla da ridire circa i comportamenti da tenere ?
2018-09-21 19:42:01
Credo che abbiano ragione a non voler abbandonare il posto di guida col motore acceso per azionare manualmente la pedana disabili, è una questione di sicurezza oltre che un perdita di tempo, le fermate devono mantenere gli orari prestabiliti. Allora la società automezzi deve provvedere alla eliminazione delle barriere senza sovracaricare oltremodo gli autisti... fin troppo facile scaricare i compiti e responsabilita sempre su chi lavora e mai su chi comanda e non fa nulla....
2018-09-22 10:10:54
Sembra che ai commentatori piace frustare gli autisti... questione di gusti, io non sono di questo parere...
2018-09-21 06:59:51
A dir la verita' nullafacenti percepitori di assegni sociali, ben in forma e perennemente chiaccheranti di calcio o altre facezie albar ce ne sono.Basterebbe obbligarli ad un servizio di pubblica utilita' facile e stare a bordo di autobus, con una assicurazione ed un adivisa.Se capita, una tantum, manovrano lo scivolo::.sai che fatica , che sfruttamento.Pure su scuolabus addetti all'assistenza bambini, con esame prìscicologico di attitudine e certificato penale e carichi pendenti fornito.
2018-09-21 06:13:28
La strada migliore per sistemare la cosa è citare in giudizio la società che gestisce i trasposrti pubblici per non aver reso accessibili i mezzi di trasporto, in modo adeguato, ai disabili; questo per ignoranza e stupidità dei suoi impiegati; ai quali auguro tutto il "bene" del mondo. Siamo nel XXI secolo, ma l’Italia ha dimostrato ancora una volta di essere l’ultima del IV mondo.