I clienti si schierano con Gianni
«Macché fascisti, vogliamo ordine»

I clienti si schierano con Gianni
«Macché fascisti, vogliamo ordine»

di Marco Biolcati

SOTTOMARINA - Subissato da critiche arrivate dal mondo politico di tutta le Penisola, ma a dir poco osannato dai suoi clienti (GUARDA IL VIDEO). Gianni Scarpa, come sempre, ieri pomeriggio era in spiaggia. Quella che, esageratamente, definisce casa sua (FOTO) e dove lui può fare e dire quello che vuole. In realtà la mano pesante della prefettura probabilmente gli ha fatto capire che forse è il caso di abbassare un po' i toni.

LEGGI ANCHE L'altro caso a Meolo: foto e busti di Mussolini in trattoria

Quel che è certo è che non ha perso il sostegno dei suoi clienti. Pochi i chioggiotti che vengono su questa spiaggia, quasi tutti arrivano da fuori e cercano soprattutto relax e silenzio. «Non capisco tutto questo caos che si è creato attorno alla vicenda racconta un quarantenne - Io non vengo sicuramente qui perché Gianni ha idee fasciste o per fare politica. Io vengo qui perché la spiaggia è una delle più pulite e tranquille del territorio. È ben controllata ed anche ben gestita. Sinceramente non riesco a capire perché si è voluto a tutti i costi creare un caso». 
 


Molti al suo fianco per dire che Punta Canna non è una spiaggia fascista. «Sono dispiaciuta racconta una donna dai molti tatuaggi per quello che ho letto e sentito. Io non sono fascista e questa non è una spiaggia fascista. Semplicemente qui ci sono delle regole che vanno rispettate. Gianni Scarpa non obbliga di certo a venire nella sua spiaggia. Chi non approva può scegliere di andare altrove. Ad esempio io trovo giusto che, fumando, mi venga dato un portacenere dove gettare le sigarette evitando così di doverle buttare a terra. Dove c'è ordine, disciplina e pulizia si sta bene e in questa spiaggia si sta benissimo. Questo non è fascismo»...
 
 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 11 Luglio 2017, 09:10






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
I clienti si schierano con Gianni
«Macché fascisti, vogliamo ordine»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 76 commenti presenti
2017-07-12 22:14:37
@Binariciuto. Sono sempre in attesa di sapere da lei chi fu ''colui'' ed ora le chiedo anche: perche' lo fece? Io sono molto confuso fra dichiarazioni e smentite, ma non sara' che lo fece per quel famoso ''Patto'', poi riscritto ed ampliato due volte dai successori ''dell'Uomo della Provvidenza'' nel governare le sorti di questo nostro strano Paese, oggi piu' che mai sotto stretta vigilanza di altri Stati che gli dicono cosa deve fare e cosa non puo' fare?
2017-07-12 16:46:31
@ Binariciuto 2017-07-11 18:40:14. Mi pare che ''qualcuno'' disse che Mussolini era ''L’uomo della Provvidenza'', ma non ricordo chi lo disse. Lei puo' aiutarmi?
2017-07-12 17:31:41
Aggiungo che il termine "Duce" gli fu attribuito da Pietro Nenni allora suo amico e compagno, tanto per onor di cronaca, studiare la storia non fa mai male.
2017-07-12 19:14:48
In compenso il suo collaboratore, Giovanni Battista Montini, si oppose fermamente a questa opinione. Come vede la storia ha molte facce ed è cosparsa di errori.
2017-07-12 20:22:42
I fatti rimangono fatti e le "opinioni" restano "opinioni" difatti "l'inferno è costellato di buone intenzioni".La storia è costruita sui fatti.