Spiaggia fascista, adesso il gestore medita l'addio dopo 20 anni di lavoro

Spiaggia fascista, adesso il gestore
medita l'addio dopo 20 anni di lavoro

di Marco Biolcati

SOTTOMARINA - Gianni Scarpa medita l'addio: «Potrebbe essere il mio ultimo anno a Playa Punta Canna». Evidentemente il tam tam che si è innescato in questi ultimi giorni ha lasciato segni anche sullo storico gestore presente ormai, nello stesso tratto del litorale, da quasi 20 anni. Scarpa non figura nella società che è titolare della concessione, ma ha un semplice contratto e gestisce i rapporti con i clienti. Visto quanto è successo e le polemiche che sono divampate anche a livello nazionale, non è escluso che i titolari decidano di non rinnovargli il contratto: «Siamo stati tutti investiti a sorpresa da questa cosa spiega Scarpa non è escluso che io il prossimo anno non sia più qui, ma non solo per loro scelta. Dopotutto sono tantissimi anni che sono a Playa Punta Canna, forse dopo quello che è successo è arrivato anche per me il momento di cambiare aria. Potrebbe essere quindi anche una mia decisione quella di lasciare dalla prossima stagione».
 


E per la prima volta esprime sulla vicenda la propria opinione anche uno dei tre soci della società che gestisce Playa Punta Canna: «Si è esagerato con i toni e si è alzato un polverone incredibile quando non serviva è l'opinione di Andrea Delle Donne io sono uno dei soci assieme a un mio amico e a una signora. Noi due in particolare abbiamo 26 e 28 anni, siamo giovani e abbiamo solo interesse a lavorare. Nessuno di noi soci, né tantomeno Scarpa, è iscritto a un partito politico. La nostra non è la spiaggia dei fascisti. A Roma si stavano affrontando determinati argomenti e Punta Canna è servita ad hoc. La cosa è stata ampiamente strumentalizzata a livello politico»...
 
 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 13 Luglio 2017, 09:22






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spiaggia fascista, adesso il gestore medita l'addio dopo 20 anni di lavoro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2017-07-13 17:36:54
Apri lo stabilimento balneare in Francia qui stare tranquillo
2017-07-13 14:47:29
Mussolini fu esponente di spicco del Partito Socialista Italiano, e direttore del quotidiano socialista Avanti! dal 1912.Quindi era di SX ...dicesi sinistra .
2017-07-13 19:47:39
Non ci sentono da quell'orecchio, sproloquiano senza conoscere solo per sentito dire, non sono obbiettivi e quello che è più tragico e che negano per tara ideologica sono le risposte che potrebbero essere attuali. Ma ahimè il lavorio di un sistema culturale e sociale ha corrotto le basi "neuronali" del pensiero... diciamo così: di intenti, di futuro, di immaginazione, di fiducia, di profondità di appartenenza, tutto monetizzato, in una parola le cose, gli usi e le tradizioni sì sono riconosciute, ma mancano di anima di vita solo immagine, virtualità, manca la tensione lo sprint..., questo io vedo, mi sono dilungato fin troppo e sto diventando noioso. Buona sera.
2017-07-23 10:30:56
Ha cambiato un pò idea in seguito... non ti sembra?
2017-07-13 14:37:38
ricordo a verona, in zona veronatta verso la fine degli anni 80 un bar che aveva un bel cartello con scritto: qui non si serve vin nero ma solo vin rosso. e di fianco la bandiera con la falce ed il martello.