Cambiata la priorità degli esami a 44.600 pazienti, indaga la Procura

Liste d'attesa, cambiate le "priorità" alle ricette di 44.600 pazienti, scatta l'indagine
VENEZIA - Un fascicolo di indagine è stato aperto dalla Procura di Venezia sulle liste d'attesa dell'Usl 13 di Mirano, nel 2016 inglobata nell'Usl 3 Serenissima. Il sospetto è che un programma software utilizzato abbia modificato - tra il 2015 e il 2017 - le ricette di ben 44.600 pazienti che avevano chiesto una visita o un esame specialistico, ma non potevano ottenere risposta nei tempi previsti.

Il software modificava le priorità facendo rientrare le prestazioni nei parametri regolari. Un dirigente dell'Usl di Mirano, che si occupava proprio delle liste d'attesa, è stato già sospeso per 5 mesi senza stipendio. È stata la stessa Regione Veneto a segnalare il caso alla Procura che ha avviato gli accertamenti. Al momento il fascicolo è senza indagati. Tra quelle 'modificate' dall'Uls 3 l'anno scorso figurano 1.971 prescrizioni per una prima visita dermatologica; 1.600 per una otorinolaringoiatrica; 800 per una ortopedica; 511 per una cardiologica; 672 per una neurologica; 330 per la risonanza magnetica al rachide e 200 per la risonanza alla spalla; 258 per la colonscopia e 300 per l'ecodoppler.

REAZIONI «Prima di sparare sentenze contro l'Ulss 3 e il suo direttore generale Giuseppe Dal Ben, si deve ricordare che è stata la stessa Azienda a notare le incongruenze, a sospendere l'uso del sistema per la gestione e ad avviare un procedimento di verifica amministrativa, consapevole del fatto che il rispetto delle liste d'attesa è uno dei fiori all'occhiello della sanità veneta». Lo afferma il consigliere della Lega Nord Alberto Semenzato, intervenuto in merito all'inchiesta sulla priorità delle visite mediche manomesse dalla ex Ulss 13. «Chi in queste ore sta attaccando personalmente il dg Dal Ben, come i consiglieri di minoranza - aggiunge - dovrebbe ricordare inoltre che i fatti sono riferiti a un periodo precedente la sua gestione e che quindi non può essere giudicato responsabile di 'trucchi' o stratagemmi poco chiari».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 11 Ottobre 2018, 15:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cambiata la priorità degli esami a 44.600 pazienti, indaga la Procura
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-10-11 23:33:58
Dal Ben ha diretto la ex ULSS13 dal 2016
2018-10-11 21:10:39
Qual'è il problema? Basta chiedere una visita a pagamento e si accede in max 4-5 giorni.
2018-10-11 15:51:42
E sì, è proprio un'eccellenza!
2018-10-11 20:34:02
Ma se un primario napoletano viene a curarsi Milano la dice lunga su come siete messi. Se le file di paesani tuoi quassù a curarsi sono affollate un motivo ci sarà. E ancora parlate
2018-10-11 20:35:15
Ma se un primario napoletano viene a curarsi Milano la dice lunga su come siete messi. Se le file di paesani tuoi quassù a curarsi sono affollate un motivo ci sarà. E ancora parlate