Tonnellate di sabbia a San Pietro per il presepe di Jesolo

Il cantiere a San Pietro
JESOLO (Ve) - È frutto del lavoro di 4 artisti - un russo, un americano, una olandese e uno della Repubblica Ceca - il presepe di sabbia di Jesolo che si sta realizzando in piazza San Pietro, a Roma, e che verrà inaugurato il 7 dicembre.

Il monumentale bassorilievo avrà una larghezza di 15 metri, un'altezza di cinque e una profondità di 6. Oggi a Jesolo è stato illustrato dagli amministratori locali il crono-programma di lavoro: dal trasporto di 900 tonnellate di sabbia delle Dolomiti alla messa in opera della piramide che sarà trasformata nella scultura disegnata nel bozzetto, fino alla costruzione della copertura che protegga l'opera dalle intemperie ma ne permetta la piena visibilità. «Quando ho inoltrato questa proposta, certamente innovativa, alla Santa Sede - ha affermato il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia - ero convinto che avremmo fatto una bella figura. Vedendo le precedenti edizioni del presepe di sabbia, infatti, sono sempre rimasto colpito dalla tecnica usata e dalla bellezza delle raffigurazioni, in particolare anche dei volti più noti, come quello del Papa. E sono anche convinto che quanto verrà realizzato potrà rimanere nella storia degli allestimenti in Piazza S. Pietro per la sua peculiarità, difficilmente riproducibile per preziosità e originalità».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Novembre 2018, 21:56






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tonnellate di sabbia a San Pietro per il presepe di Jesolo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-11-16 18:04:54
Per proteggere il presepe dai vandali ci vorrà l’esercito
2018-11-16 16:56:02
Chi paga? Il patriarca?
2018-11-16 14:25:27
IN PRATICA.....chi paga DAVVERO ????????
2018-11-16 15:02:35
Sicuramente non tu. Quindi...mosca!
2018-11-16 12:09:50
Sabbia delle Dolomiti, non sapevo che lì ci fosse una cava di sabbia. Non si finisce mai di imparare.