«Poche speranze di ritrovarli vivi», il padre di Marco spera nel miracolo

«Finiti i motivi per sperare di trovarli
vivi», la polizia teme cento vittime
SAN STINO DI LIVENZA - «Siamo in costante contatto con la Farnesina e con i familiari di Gloria. Con il passare delle ore le nostre speranze, già ridotte al lumicino, stanno diminuendo, ma fino a che non ci diranno di aver ritrovato i nostri ragazzi continuiamo a credere nel miracolo». C'è disperazione nelle parole di Giannino Gottardi, papà di Marco, il giovane architetto di san Stino di Livenza disperso assieme alla fidanzata, Gloria Trevisan, padovana e anche lei architetto, nel rogo della Grenfeel Tower a Londra.
 
 


Da Londra nessuno si aspetta più il miracolo.  «Ho sentito la registrazione della telefonata di Gloria alla mamma. Le dice grazie per quello che ha fatto per lei. Stavano dando un addio. Non ci sono motivi per sperare che Gloria e Marco siamo ancora vivi», ha detto oggi l'avvocato Maria Cristina Sandrin, legale della famiglia Trevisan. 

Intanto a Londra la polizia non si illude: 
«Speriamo che le vittime siano meno di cento...».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Giugno 2017, 12:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Poche speranze di ritrovarli vivi», il padre di Marco spera nel miracolo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-06-16 06:21:01
Che delusione ..la tanto autoreferenziale e piena di se'UK !!!Chissa' se almeno all'interno c'erano estintori, semplici istruzioni antincendio,indicazioni delle vie di fuga, magari periodiche esercitazioni..come si fa in tutte le scuole ed fabbriche italiane..Persino le scale dei Pompierimi sembravano, dai filmati, inadeguate all'altitudine dei 27 piani..Poi spegnere solo con acqua le fiamme di materia plastica... non si e' trovato un elicotterone che potesse salvare chi fosse fuggito nel pianerottolo sommitale ??? Se e' vero che l'incendio e' partito da un frigo,l'appartamento era vuoto o gli abitanti se la sono svignata( dopo aver messo in borsona gli effetti piu'di valore) senza gettare sulle fiamme una coperta o asciugamano bagnati per soffocarele fiamme??' Almeno in Itali i numerosi conduttori di caminetti e stufe, approfittino della bella stagione per far pulire da personale esperto i camini e si comprino estintore a polvere...da mantenere efficiente, e secchio di sabbia.
2017-06-15 22:13:36
mi dispiace molto per questi due giovani, come per molti altri nostri connazionali che per vari motivi hanno perso la vita all' estero, grazie ai nostri politici capaci solo di rubare e pensare a farsi i vitalizi e pensioni d' oro per loro e per quattro generazioni dei loro familiari...hanno rubato il futuro ai giovani ( e anche ai meno giovani ormai, visto questo stato decotto )e questi se vogliono un futuro se ne devono andare altrove, altrimenti qua ormai farebbero solo che la fame, grazie politici, di qualsiasi colore politico, mentre i soliti polli se la prendono chi con la destra chi con la sinistra mentre la realtà che si ostinano a non vedereè che sono tutti uguali, e tutti hanno contribuito a mandare in rovina un intero paese... riposate in pace ragazzi..un abbraccio
2017-06-15 22:08:53
veramente rimango senza parole! E se penso anche alle altre vittime, famiglie, bambini...! Voglio solo lanciare un'idea a coloro che abitano in edifici cosi' alti e senza numero di scale di sicurezza adeguate e/o di barriere antincendio! Fate dei corsi di para' e teneteli in casa! Se questi due ragazzi fossero stati dei patiti del base-jumping ora sarebbero vivi!
2017-06-15 22:01:56
Penso alle due famiglie che sono rimaste al telefono con i loro cari fino all'ultimo e ho i brividi. Non posso neppure immaginare una cosa del genere. Ho un figlio di trentanni che lavora all'estero. Faccio le più sincere condoglianze e abbraccio virtualmente le mamme e i papà.