Notte da incubo con beffa: il treno parte di nascosto e "dimentica" i passeggeri

PER APPROFONDIRE: beffa, mestre, treno, treviso, venezia
Notte da incubo con beffa: il treno parte di nascosto e "dimentica" i passeggeri  Il racconto dell'odissea
VENEZIA -  Notte da incubo (o da barzelletta) per un centinaio di pendolari in partenza da Venezia, ieri notte, con gli ultimi treni della giornata. Prima, la soppressione della corsa per Portogruaro di mezzanotte e venti, rimpiazzata da un bus sostitutivo da piazzale Roma. Poi, la vera beffa ai limiti dell'assurdo: il treno di mezzanotte e un quarto per Treviso-Conegliano è partito da Santa Lucia  "di nascosto", all'insaputa dei passeggeri, che hanno atteso invano l'annuncio del binario. Annuncio incredibilmemte mai apparso sui vari display. Il treno e' quindi partito puntuale, ma vuoto. Con i passeggeri increduli e incavolati a cercare qualcuno a cui chiedere spiegazioni e soprattutto informazioni su come lasciare Venezia, visto che quello era l'ultimo treno.  La comparsa di un addetto all'assistenza clienti ha in qualche modo placato gli animi.

Come in una sorta di "reality show", l'addetto ha invitato i passeggeri a nominare un portavoce per prendere accordi con la sala operativa. A mezzanotte e mezza, la soluzione: i passeggeri sarebbero dovuti andare in piazzale Roma e salire sul bus sostitutivo che gia' attendeva mezzo pieno con i pendolari diretti a Portogruaro. A mezzanotte e 50 il bus con i passeggeri diretti a Portogruaro e Treviso/Conegliano e' partito quindi da piazzale Roma. Strapieno e con gente in piedi (vietato dalle norme di trasporto pubblico, ma tant'e'). Quelli diretti verso Treviso sono stati fatti scendere alla stazione di Mestre, dove il treno partito "a loro insaputa", li attendeva al binario 4, guardato a vista da due agenti della Polfer, probabilmente per timore di qualche protesta eccessiva. Invece gli animi erano assolutamente calmi. A quell'ora, all'una di notte, contava arrivare a casa. Nel frattempo l'addetto all'assistenza clienti, che ha accompagnato i passeggeri a Mestre, prometteva che Trenitalia avrebbe fatto partire un'indagine interna per avvertare le responsabilità dell'accaduto: chi non ha segnalato il treno sui display in stazione a a Venezia e perche' il capotreno e' partito senza accorgersi che a bordo non c'era nessuno
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 18 Ottobre 2017, 10:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Notte da incubo con beffa: il treno parte di nascosto e "dimentica" i passeggeri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2017-10-19 15:15:15
Veramente? ma chi il treno di Renzi? E l'aereo dove l'ha lasciato? Mah! ci sono bamboccioni e bamboccioni io può!!
2017-10-19 11:01:13
Indicazioni sui tabelloni: stesso binario , ma ci sono due convogli...quello denomimato EST punta verso Treviso e quello denominato OVEST verso Casarsa .Nella fretta e mancando il sole che ti indica l'ovest pomeridiano... cerchi il vecchio tabellone di latta sulla fiancata.....ha ha hha .Robe del secolo scorso, ma il supertabellone elettronico e' incantato.Funziona la vecchia maniera di chiedere ad un addetto se c'e' o a qualche altro pendolare abituato. Biglietto? solo i piu' arretrati lo fanno ancora alla biglietteria , chi ha la card puo' servirsi di quella automatica.Peccato che il sistema informatico quella rara volta che ti sposti in treno non risponda in nessuno dei casi...code a non finire.Poi partel'automatico..e poi la biglietteria con addetto..che fa piu' presto.Se trovi il viaggio in comitiva, con tre biglietti per tre diverse tratte e con le prenotazioni andata e ritorno ...aspetti un'ora .Ben 78 tagliandi biglietto da stampare ( con stampante lenta ed in penuria di inchiostro).Guai a dover cambiare data...non esiste piu' il biglietto valido due mesi dalla emissione.Quando poi controllano, devono inquadrare e scattare il Q-Code stampigliato...ma col teno che traballa il controllore deve essere come un tiratore scelto a cogliere l'attimo fuggente.
2017-10-19 06:18:03
Il capotreno non si è accorto che a bordo non c'era nessuno? Deve essere messo benissimo
2017-10-19 05:34:40
ecco a cosa serve la polizia .
2017-10-18 19:42:25
E pensare che questa gente la mattina dopo, deve poi ripartire presto per un'altra giornata. Torno anche io tardi la sera, ma dopo la mezzanotte è troppo...