Il ministro Delrio: «Il Mose verrà
​completato, risorse già stanziate»

Antonio Decaro Presidente Anci, ministro Graziano Delrio e Sindaco Achille Variati
«Il Mose sarà completato e con i commissari stiamo studiando a chi affidare la manutenzione. Sulle grandi navi la prossima settimana ci saranno novità, il Comitatone si riunirà molto prima delle elezioni». Ad assicurarlo è stato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, arrivando alla 34esima assemblea dell'Anci, l'associazione dei Comuni italiani, in merito all'opera per la difesa di Venezia dal fenomeno dell'acqua alta.

LEGGI ANCHE Il Ministro Del Rio e le grandi opere venete: «Avanti tutta»

«Le opere vanno completate, abbiamo messo a disposizione le risorse per il completamento del Mose», ha precisato Delrio. «Le risorse sono già disponibili, sono già stanziate, sono presenti nell'ultimo decreto della presidenza del consiglio su mia proposta», ha sottolineato ancora il ministro, spiegando che «quindi abbiamo dato garanzia che l'opera si completi». Adesso, ha continuato Delrio, «stiamo affrontando con i commissari il tema della manutenzione di quest'opera, perché è una grande opera anche quella di farla funzionare e mantenere. Stiamo ragionando su quale sia lo strumento più ragionevole», ha concluso. Riguardo ad altre opere in fase di realizzazione come la Pedemontana veneta, Delrio ha specificato che «abbiamo dato alla Regione il nostro contributo, si va avanti, nel rispetto delle reciproche competenze», e per quanto riguarda la Valdastico Nord, Delrio ha concluso dicendo che «le cose vanno avanti».


Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti commenta la proposta di Anci Veneto di sbloccare gli avanzi di amministrazione dei Comuni virtuosi, pari a 1 miliardo sul territorio regionale, in modo da rilanciare gli investimenti che potrebbero generare un aumento del Pil veneto dello 0,7%:
«Abbiamo già tolto alcuni vincoli di finanza pubblica, ora siamo disponibili a ragionare su altre misure, perché gli enti locali sono partner fondamentali della ripresa».


Giuseppe Sala, sindaco di Milano:
«Sul referendum autonomia di Veneto e Lombardia il Pd ha fatto bene a lasciare libertà di voto. Personalmente voterei sì, ma il 22 ottobre sarò all'estero per lavoro».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Ottobre 2017, 13:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il ministro Delrio: «Il Mose verrà
​completato, risorse già stanziate»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2017-10-13 18:07:51
poverini hanno speso troppo poco..... per un'opera che non può durare oltre 70 - 80 anni e poi sarà da buttare, a quel punto cosa si farà ? altri 10 miliardi di Euro e vaiiiiiiiiii
2017-10-13 11:07:06
Come il tempo, venti del nord si spostano verso sud e viceversa,solo che adesso sono milioni di EU. che il nord paga per poi ricevere le bricciole da Roma che poi si vantera`,noi abbiamo fatto.... con i soldi del nord.Intanto si continua a mangiarsi sopra,senza contare i costi Milionari di manutenzione.
2017-10-13 08:28:40
due domande: ma non costava meno dragare tutti i canali ed i rii di Venezia come si faceva una volta? l'acqua circolerebbe meglio, i canali avrebbero maggiore portata e il rischio acqua alta diminuirebbe.altra domanda, ma questo, non stava facendo lo sciopero della fame???
2017-10-13 07:48:18
Non hann ancora capit che e' finita. Nessuno finira' mai il MOSE. Nessuno restera' mai con il cerino piu' incendiario della storia italiana in mano. Speriamo che questa farsa finisca prim possibile e che non cominci a studiare come si possono in qualche modo utilizzare queste infrastrutture. Ammesso che esista un modo.
2017-10-13 11:12:49
Ma non dire fregnacce, la Salerno-Reggio Calabria 430 km è costata come 6 Mose al costo di 68.337.000 euro a kilometro questo sì il cerino piu incendiario della storia mondiale. Il primo è un’opera di altissima ingegneria, l’altra una semplice autostrada.