Dopo Natale arriva il maltempo: Pm10 alle stelle, limitazioni al traffico

PER APPROFONDIRE: maltempo, meteo, santo stefano
Dopo Natale arriva il maltempo  Pm10 alle stelle, limitazioni al traffico
Passato il Natale ecco che arriva il maltempo. Piogge e temperature più rigide in arrivo sul nord Italia. Dalle prime ore di oggi  26 dicembre e per le successive 24-36 ore sono previste precipitazioni persistenti a partire dalla Liguria e fino al Nordest. Dalle prime ore di domani, mercoledi 27, invece precipitazioni abbondanti interesseranno anche il Piemonte, la Lombardia settentrionale, il Trentino Alto Adige, il Friuli Venezia Giulia  e la Toscana. Le precipitazioni assumeranno carattere nevoso intorno ai 300 metri sui rilievi nord occidentali e superiore a 1000 metri sulle altre aree alpine

PM 10 - Dopo il Natale di... sole riecco il problema  smog complice la qualità dell’aria: da oggi l'Arpav conferma i 5 sforamenti consecutivi del limite di sicurezza per le polveri sottili nel Comune di Venezia, e fa scattare - da Santo Stefano - il livello di emergenza arancione, previsto dall’ordinanza comunale che applica l’Accordo sottoscritto dalle regioni della pianura Padana. Il Comune di Venezia ha così confermato il provvedimento con una nota sul sito: il livello Arancione, che precede il Rosso, prevede  limitazioni per il traffico sulle strade e l’utilizzo degli impianti di riscaldamento: divieto di circolazione di auto Euro 0, 1 e 2, ciclomotori a due tempi Euro 0; il divieto di sostare con il motore acceso per gli autobus nella fase di stazionamento ai capolinea, per i veicoli merci durante le fasi di carico e scarico, per gli autoveicoli ai semafori o passaggi a livello di treni con motore a combustione; limitazione di utilizzo degli impianti di riscaldamento a 19° C (+ 2 di tolleranza) in tutti gli altri edifici e riduzione di 2 ore del periodo massimo consentito per l’utilizzo di stufe e caminetti e il divieto di combustione all'aperto, in particolare in ambito agricolo e di cantiere.

Restano in vigore anche i comportamenti consigliati dall’Usl 3 e da medici e pediatri di famiglia per tenere in casa bambini, anziani e malati nelle ore di massimo inquinamento atmosferico, non arieggiare la casa aprendo le finestre.

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 26 Dicembre 2017, 09:24






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dopo Natale arriva il maltempo: Pm10 alle stelle, limitazioni al traffico
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-12-26 21:36:09
... lode all'inquinamento.. se non ci fosse si dovrebbe inventarlo.. è infatti il metro della nostra civiltà. abbiamo ereditato un eden ( quasi ) lasceremo una discarica..
2017-12-26 17:27:43
Prima di dare ordini cercate di abbassare i riscaldamento negli uffici pubblici(escluse le scuole) incominciate ad usare meno le auto blu x farvi scorrazzare da x tutto a spese nostre,,,fate pena
2017-12-27 00:15:12
Gianni-1, ti assicuro che non sono solo gli edifici pubblici, ma moltissimi privati se ne infischiano, il problema non è loro... E condomini con la contabilizzazione farlocca...
2017-12-26 11:29:59
visto che si sa che con certe condizioni meteo si superano i livelli di inquinamento e, visto che si possono prevedere con una ragionevole certezza le condizioni meteo stesse, perchè non fanno scattare l'allarme prima che l'aria sia inquinata? mi pare che l'arpav sia quella che chiude la stalla quando i buoi ormai sono già tutti fuori.
2017-12-26 12:45:20
Purtroppo, non e' così semplice. Il problema e' un'altro: centri revisione autoveicoli compiacenti, complici e colpevoli, ed ignari(?) utenti di caldaie domestiche e condominiali con valori degli inquinanti riscontrati, addirittura fuori scala degli strumenti. Non ci sono ahime' tecnici preposti di valore, ma solo di successo... La cultura si insegna, ma non si pratica (ex colleghi in testa) In fondo il vero problema e'.... che lasciamo fare!