Lascia buco di 200mila euro in parrocchia, la diocesi: «È in cura per ludopatia»

PER APPROFONDIRE: cura, diocesi, flavio gobbo, ludopatia, spinea
Buco di 200mila euro in parrocchia  la diocesi: «È in cura per ludopatia»
VENEZIA - Il parroco don Flavio Gobbo, sacerdote veneziano di  Spinea, aveva ottenuto dal Vescovo della sua diocesi (Treviso) un periodo di sospensione dal ministero: il fattaccio a scatenare il caso fu un presunto buco di 200 mila euro dalle casse della Parrocchia. Ora il prete si sta sottoponendo «ad un programma terapeutico riabilitativo in un centro specializzato per curare una forma patologica di disturbo da gioco d'azzardo».

Lo annuncia la stessa Diocesi di Treviso - che comprende appunto anche Spinea - sottolineando che il sacerdote «è sempre rimasto in contatto con i suoi superiori e con i suoi confratelli, che non lo hanno mai abbandonato, offrendogli l'aiuto e il sostegno necessario». La ludopatia, rileva la Diocesi, è una patologia «molto più diffusa di quanto si possa pensare o si voglia riconoscere. Una volta riconosciuta, necessita di un aiuto specialistico e di un contesto umano e comunitario di supporto. Infatti, è tipico di questi disturbi negare o minimizzare il problema e illudersi di uscirne da soli». «In questo lungo e faticoso percorso - conclude la nota vescovile - don Flavio è stato sostenuto principalmente dalla preghiera ma anche dalla volontà di tornare presto a svolgere il suo ministero nel quale non ha mai smesso di riconoscersi».

Sul giallo di Don Flavio se ne occupò anche Pomeriggio 5 sulle reti Mediaset: nella vicenda spicca il ruolo della perpetua, anche lei appassionata di gioco d'azzardo.

I particolari sul Gazzettino del 19 Aprile
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 18 Aprile 2018, 18:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lascia buco di 200mila euro in parrocchia, la diocesi: «È in cura per ludopatia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2018-04-22 10:24:48
@coppertone ho sentito pure il di cifre piu importanti sopra i 500.000. Poi credo poco alla ludoparia... si fa al casino per reciclare i soldi non per regalarli al vento!...
2018-04-20 15:25:50
Beati e fedeli che si spogliano del poco che hanno per fare carità cristiana a questi personaggi con centinaia di migliaia di euro nei conti bancari...
2018-04-19 21:59:56
Si sta continuamente parlando di centinaia di migliaia di euro a disposizione dei preti e nessuno che possa controllare ? Ma allora , i vescovi , su quanto denaro hanno il controllo ? Se non lo giocano a cosa puo' servire tutto quel denaro ? (comunque tra depositarli alla veneto banca /popolare di vicenza o giocarli al casino , io scelgo il casino ! )
2018-04-20 11:39:12
@gio52: Potere, piu che soldi. Altrimenti come fa una religione organizzata inventata a tavolino a diventare la potenza politica piu grande al mondo? Perche' e' quello che sta CERCANDO DISPERATAMENTE di fare la Chiesa.
2018-04-19 21:40:29
Questo e don Contin rappresentano degnamente la chiesa attuale..ci vuole masochismo ad ascoltare la filastrocca domenicale di questi depravati!