Rubano l'iPhone dal negozio: «Se lo rivuoi dacci subito 100 euro»

PER APPROFONDIRE: estorsione, furto, iphone, mestre
Rubano l'iPhone dal negozio: «Se lo rivuoi dacci subito 100 euro»
MESTRE - Rubavano nei negozi, poi chiedevano il pagamento per la restituzione della refurtiva: era questo il metodo utilizzato da due giovani stranieri per fare soldi "facili". I due, senza fissa dimora , ma orbitanti nella zona del quartiere “Piave”, sono stati denunciati in stato di libertà per estorsione e ricettazione in concorso.

IL FURTO DELL'IPHONE
I militari della Stazione Carabinieri di Mestre avevano acquisito la denuncia di un commerciante, originario del Bangladesh e titolare di un negozio di articoli elettronici di via Olivi, al quale qualche giorno fa era stato rubato dalla propria vetrina un iPhone in vendita. Dopo qualche giorno la vittima era stata contattata da D.S.M.M. Senegalese con cittadinanza spagnola, classe 1991, già noto alle forze dell’ordine, il quale aveva richiesto al commerciante 100 euro per intercedere con l’autore del furto, da lui conosciuto, per ottenere la restituzione del cellulare, ponendo in essere la tecnica criminale nota come “Cavallo di ritorno”. Ricatto al quale l’uomo non ha voluto cedere, denunciando correttamente tutto ai Carabinieri della Stazione di via Miranese che, attraverso alcuni accertamenti e riscontri testimoniali, sono riusciti a identificare i “furbetti”.

LA TRAPPOLA
In accordo con i militari è stato fissato un appuntamento con i due giovani per la consegna dei 100 euro. All’arrivo dell’aguzzino, dopo qualche attimo necessario per gli opportuni contatti e per consentire l’effettiva consegna del denaro, i militari dell’Arma hanno fatto scattare il controllo, bloccando il ragazzo con “le mani nel sacco” subito dopo aver ritirato i cento euro richiesti. Costui, non potendo fare altro che ammettere le proprie responsabilità, ha indicato immediatamente le generalità del complice, S.P.A. Senegalese classe 1996, che è stato bloccato e controllato mentre poco distante, in attesa dell’esito dello scambio. In effetti, la perquisizione personale del secondo giovane ha fatto saltare fuori proprio il cellulare rubato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 11 Gennaio 2018, 12:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rubano l'iPhone dal negozio: «Se lo rivuoi dacci subito 100 euro»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-01-12 09:13:43
Dopo molti anni sono ritornato a Mestre dove sono cresciuto ,la Mestre che ho lasciato molti anni fa´e il resto della mia cara Italia e cambiata ,credetemi sono molto triste leggere il Gazzettino.Mi viene molta rabbia che questi individui non vengono espulsi ,la maggior parte della colpa e la politica che non funziona. Ma questi plitici non leggono giornali ,non guardano la tv,sono cechi?? Oppure sono analfabeti?? Buona giornata.
2018-01-11 19:07:52
i richiedenti asilo del pd. andate a prenderne tanti.
2018-01-11 19:01:13
el diablo fetente ti piace vincere facile.....
2018-01-11 18:10:40
... denunciati a piede libero.. ma quando mai il loro piede non lo è stato.. risorse boldriniane franceschiellane. da tener care..
2018-01-11 17:19:48
La sicurezza che dovevano garantirci i destrorsi ha fatto flop..solo loro potevano abboccare alle promesse sbandierate dall'attuale sindaco..come continuano ad abboccare all'attuali promesse alla vigilia delle politiche..evidentemente 20 anni al potere con risultati disastrosi non gli sono bastati..ricordo che l'attuale legge che regolamenta gli stranieri è la famosa legge bossi-fini..altro flop..legge inapplicabile..solo fumo negli occhi per far dormire meglio i destrorsi..