Domenica 23 Settembre 2018, 21:24

Si prostituiscono per avere la droga. Le italiane chiedono eroina e cocaina

PER APPROFONDIRE: droga, prostitute, via piave
Dall’inizio del 2018 la polizia locale ha multato oltre 250 clienti delle prostitute a Mestre e Marghera

di Davide Tamiello

 Da una parte la filiera della prostituzione in strada free lance, scollegata da organizzazioni o dalla maitresse di turno, dall’altra un’offerta multitarget (e multietnica) che in città non ha eguali. Questi due fattori paralleli rendono via Piave una vera e propria Babele della prostituzione: un multietnico mercato del sesso di donne che hanno trovato nella strada l’unica fonte di sostentamento. Multietnico sì, ma anche a chilometri zero: in primis perché questa è praticamente l’unica zona della città in cui anche le italiane scendono in strada. Chi per sbarcare il lunario e far quadrare i conti dell’affitto, chi per pagarsi l’eroina. Chilometri zero, però, anche per un altro fattore, che accomuna italiane e straniere: la maggior parte delle donne della notte di via Piave, infatti, abita nel quartiere. Casa e bottega, come si dice in questi casi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Si prostituiscono per avere la droga. Le italiane chiedono eroina e cocaina
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 26 commenti presenti
2018-09-24 18:47:58
.. novelle vestali. custodi del sacro fuoco.. continuano una lunga tradizione.. e neppure la peggiore
2018-09-24 17:49:13
Venete esigenti, mah...ciao enrico..ciao.
2018-09-24 13:24:01
Se poi non ricevono la dose,gridano a squarciagola allo stupro cosa non si fa per un po d'erba
2018-09-24 15:42:39
Guardi che dicono COCAINA e EROINA non certo un po' di erba che quella cresce come i pomodori
2018-09-25 10:00:33
sono piante e dopo essere state lavorate- esiccate e polverizzate sempre piante rimangono= vegetali