A Cona nessun faccia a faccia con Meloni, tensione tra i migranti

PER APPROFONDIRE: cona, giorgia meloni, migranti, tensione
A Cona nessun faccia a faccia   con Meloni, tensione tra i migranti

di Diego Degan

CONA - Lei, i richiedenti asilo non li vuole proprio vedere in Italia, ma loro, i migranti di Conetta, avrebbero voluto parlarle, mostrarle le condizioni in cui vivono e manifestarle le loro aspirazioni a una vita dignitosa.
Ma l'incontro (senza che nessuno ne abbia avuto colpa) non è stato possibile e quando Gorgia Meloni, dopo una lunga serie di selfie con amici e simpatizzanti, se n'è andata da Conetta, è scoppiata l'ennesima protesta dei migranti, con tanto di poliziotti in assetto antisommossa pronti a intervenire. Per fortuna non è stato necessario.

BAGNOLI E CONETTA
Il pomeriggio della leader di Fratelli d'Italia nel distretto del profugo, il territorio limitrofo agli hub di Bagnoli e Conetta, era cominciato ad Agna, dove il sindaco, Gianluca Piva (anche lui FdI), l'aveva accolta nella sala del consiglio comunale. «Una giornata storica» l'aveva definita Piva, riassumendo, poi, i disagi imposti alla popolazione locale dalla presenza di due centri di accoglienza che «erano arrivati a ospitare 2700 persone, in un territorio con circa 10mila abitanti», con episodi di aggressione e tentata violenza sessuale (due, il cui autore era stato arrestato) e una rapina (un negoziante colpito per una scatola di cioccolatini, rapinatore arrestato) in un clima generale di insicurezza. La Meloni aveva esposto la sua ricetta contro l'immigrazione incontrollata («Fossi, muri, tutto quel che serve e blocco navale davanti alla Libia, in accordo con l'Europa, con hot spot in Africa per stabilire chi ha diritto di entrare») accusando «la sinistra» di lucrare sul business delle cooperative e di non essere sinceramente accogliente, «perché a Capalbio non li hanno voluti».

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 20 Febbraio 2018, 09:12






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
A Cona nessun faccia a faccia con Meloni, tensione tra i migranti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-02-21 00:08:48
Il fosso... si ma sul Pò.
2018-02-20 23:25:39
Fossi? Muri? Nessuno ha informato la gentile signora che il confine da difendere e' marittimo e non terrestre? Che poi, visto l'elettorato di riferimento, il discorso da pronunciare sarebbe stato bello e pronto. "Bisogna che non appena il nemico tentera' di sbarcare, sia congelato su quella linea che i marinai chiamano del “bagnasciuga”, la linea della sabbia dove l’acqua finisce e comincia la terra. Se per avventura dovessero penetrare, bisogna che le forze di riserva, che ci sono, si precipitino sugli sbarcati, annientandoli sino all’ultimo uomo." (Benito Mussolini, 24 giugno 1943.) Vabbe', quella volta le cose non sono andate benissimo, ma in fin dei conti adesso abbiamo di fronte solo quattro barconi sgangherati, mica la Royal Navy.
2018-02-20 16:14:45
...e' scoppiata l'ennesima protesta dei migranti? Gia' chiamarli migranti e' di un'ipocrisia senza eguali. Sappiamo benissimo tutti che questi non sono migranti, ma clandestini da espellere.
2018-02-20 14:27:43
Migranti? scusa?? Ahhh i clandestini? sì, sì. ora ho capito
2018-02-20 14:01:40
Questi hanno ben capito come funziona in italia. Ma hanno trovato una persona che non ci casca. Fate una protesta a casa di laura, vedrete che le sue porte verranno aperte!