Carnevale a numero chiuso: in 20mila a San Marco, gli altri fuori

PER APPROFONDIRE: assalto, carnevale, piazza, san marco, venezia
Carnevale a numero chiuso: in 20mila a San Marco, gli altri fuori

di Michele Fullin

VENEZIA Piazza San Marco non potrà contenere più di 20mila persone a contemplare domenica il Volo dell'Angelo, che partirà alle 11 dalla sommità del campanile distribuendo baci e sorrisi agli spettatori per poi atterrare sul palco. La misura, in ottemperanza al cosiddetto decreto Minniti sulla sicurezza delle manifestazioni all'aperto, era stata anticipata ma ieri è stata resa esecutiva dalla riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza che si è svolto in Prefettura.
Dimezzare (almeno) le presenze dello scorso anno non è cosa da poco e comporterà una attenta selezione di chi entrerà in piazza attraverso i varchi, che saranno gli stessi dello scorso anno, solo che questa volta ci saranno come per la Festa di Cannaregio degli inservienti che conteranno materialmente le persone inviando un impulso alla centrale operativa, la quale avrà così in tempo reale una misura delle presenze.

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 1 Febbraio 2018, 09:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Carnevale a numero chiuso: in 20mila a San Marco, gli altri fuori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-02-01 21:37:10
prima fai costruire migliaia di camere alla stazione di mestre poi blocchi venezia! ma sindaco cosa credi che vengono a fare a mestre i turisti, a vedere tessera e campalto?? ma dai te par normae??
2018-02-01 17:31:44
Un'idea me la sono fatta del piano Brugnaro per ridare a Venezia i suoi residenti. Ecco le tappe: 1) Elargire licenze a catene alberghiere straniere per costruire a Mestre alberghi low cost onde intasare Venezia di turisti lasciando hotel e appartamenti in centro storico semivuoti anche nei periodi di massima affluenza per via della concorrenza sleale. 2) Incolpare del sovraffollamento turistico albergatori e privati della città che affittano a turisti tramite Airbnb portando i primi ad abbassare drasticamente i prezzi e i secondi ad affittare a residenti. Solo che in questo modo non solo i negozi ma anche gli appartamenti verranno richiesti da cinesi e bengalesi, unici aspiranti nuovi residenti. 3) Conseguente vendita in massa degli immobili in città a prezzi di saldo, così che ricchi stranieri potranno soddisfare con modico impegno economico la loro ambizione di avere l'appartamento per vacanze nella città dei Dogi. 4) Venezia, finalmente priva di veneziani rompiscatole, divenuti tutti mestrini, potrà essere sfruttata fino a completa consunzione senza alcun movimento di protesta. Poi chi vivrà vedrà.
2018-02-01 16:33:29
Mi par di vedere Brugnaro allo sbocco delle mercerie dell'orologio munito di pallottoliere e che conta, conta, conta. Giunto a 20 mila si mette ad urlare come un ossesso: basta! Basta!...inutile. Viene sommerso e calpestato dalla folla che tira innanz.
2018-02-01 14:09:11
Tra un po' spunteranno i bagarini a vender il posto in piazza.
2018-02-01 13:25:02
avanti con le feste , chi puo' si diverta gli sono nessuno .w il carnevale ! viva le maschere ! w l'ipocrisia w l' ndifferenza.