Canal Grande usato come piscina: turisti si tuffano dal ponte di Calatrava

Canal Grande usato come piscina:
turisti si tuffano dal ponte
VENEZIA - Ancora una volta incoscienti e maleducati visitatori si sono serviti di Venezia come palcoscenico per le loro pericolose bravate. Questa mattina alle 6 un gruppo di uomini è salito sul ponte di Calatrava che collega piazzale Roma con la stazione, si sono spogliati con calma e poi si sono tuffati da un'altezza considerevole e incuranti del fatto che sarebbe potuta passare una barca proprio lì sotto. Chi ha girato il video intende restare anonimo, ma uno dei destinatari è l'ex generale dei carabinieri e consigliere comunale del gruppo misto Ottavio Serena: «Ancora una volta la nostra città è utilizzata come una piscina in modo incosciente e pericoloso. E se fosse passata una barca come lo scorso anno a Rialto?». Ritorna dunque il tema dello scarso presidio di zone strategiche della città, visto che da quel ponte passano quotidianamente più di 10mila persone.

I “bagnanti” sono stati bloccati, identificati e subiranno una pesante sanzione economica. La Polizia, sulla base delle telecamere di sorveglianza che si trovano nella zona, è riuscita a far giungere sul posto gli agenti della Polizia Municipale. A compiere la bravata un gruppo di turisti belgi, quattro dei quali si sono gettati in acqua. Immediato il tweet del sindaco Luigi Brugnaro: «Presi!!! Grazie poliziadistato aspettiamo tutti i dati di questi eroi per una punizione la più esemplare possibile! Sarà tutto pubblico!»
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 23 Luglio 2017, 10:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Canal Grande usato come piscina: turisti si tuffano dal ponte di Calatrava
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2017-07-25 19:06:12
Non capisco, una volta? Stiamo parlando di maleducazione e di rispetto per una città che ti ospita. Tu hai il dovere di rispetto delle regole,del Bon ton e di dove Tri trovi. Anch'io da ragazzo notavo in piscina alla passi, posta alle zattere vicino al bar da nico dove si vedeva il famoso zuccotto al cioccolato. Anch'io mi buttavo dal ponte di saccafisola e c'erano i vigili che ci aspettavano con la mascara. Ma non è che se vado a Parigi mi butto nella senna o giro nudo a Place de la concorde.Sevizio Barcellona non urine dietro la sagra Familia e non scrivo sono stato qui con la data a casa Batilo Gaudi. Voi fate così? ?!! Non credo o spero perciò cosa alimentate polemiche su un avola i ragazzi.....
2017-07-25 13:38:17
Anche 40/35 anni fa. Mi ricordo che i tuffi dal ponte delle Guglie erano regolari d'estate, così come dal ponte dell'Anconeta. Quanto al mutare di certe sensibilità: mio nonno (prima della guerra) nuotava alla Rari Nantes, con piscina scoperta ricavata da un angolino del Canal Grande di fronte a Piazzale Roma. È ancora lì.
2017-07-25 12:31:48
Quello di tuffarsi dai ponti non saprei, però una volta, fino a 50 o 60 anni fa, era normale a Venezia vedere gente, per lo più ragazzini, fare il bagno nei canali. Aspettavano l'alta marea, quando l'acqua è più pulita, e nessuno ci faceva caso. Adesso invece basta che si veda qualcuno con i piedi a mollo per scrivere un articolo sui giornali. Questo non certo per giustificare la bravata di quei turisti, anzi..... ma tanto per dire come cambiano i tempi!!
2017-07-24 23:28:51
Leggo su un altro giornale che i ragazzotti hanno già pagato la contravvenzione e sono già in giro itinerante per l'europa. Mi aspettavo il solerte tweet del sindaco sulla "punizione" esemplare. Non sarà mica quella sostenuta da lapsoa. Sarebbe veramente uno schiaffo morale 50€ gigi scrivi il tuo tweet o ti vergogni di dire che hanno preso solo 50€ di contavvenzione, meno di cicchetti e ombre per tre persone. Gigi dimmi che non è così! !
2017-07-24 17:13:49
Sono stati sanzionati con 50 euro di multa. 50 euro! I soldi di una cena in trattoria! E' una vergogna indecente che per degli imbecilli che hanno messo a richio la propria vita e quella altrui tutto quello che fa lo stato italiano è di multarli per 50 euro. E magari neanche pagati subito, ma la samzione verra' forse spedita a Bruxelles? No caro, me la paghi subito se no non esci dal territorio italiano se non mi dai i soldi. Questo farebbe qualsiasi stato serio.