Borseggiatrici "prigioniere" del vaporetto: ecco cosa è successo a Venezia

Borseggiatrici "prigioniere" del vaporetto: ecco cosa è successo a Venezia
VENEZIA - (a.fra.) Questa volta non sono riuscite a farla franca. Due borseggiatrici sono state individuate e fermate ieri pomeriggio mentre, a bordo di un vaporetto della linea 2 in servizio da Rialto a piazzale Roma, cercavano di sbarcare il lunario a discapito dei passeggeri. Protagonisti dell'operazione una marinaia dell'Actv che ha affrontato le borseggiatrici assicurandole alle forze dell'ordine avvisate via radio. Il tutto senza interrompere il servizio a bordo.

Il fatto è avvenuto poco dopo le 14.30 quando un anziano passeggero si è accorto della presenza sospetta a bordo di quattro donne, tutte incinte, e ha avvisato la marinaia e la pontoniera. La marinaia, dopo avere avvisato il comandante, ha chiesto loro il biglietto. Dato che due di loro ne erano prive, ha controllato a vista le portoghesi mentre il comandante proseguiva la corsa per non penalizzare gli utenti. Contemporaneamente sono state avvisate le forze dell'ordine che, alla fermata successiva, hanno fatto scendere le passeggere per procedere agli accertamenti di rito. I passeggeri del mezzo nel frattempo sono stati avvisati con l'altoparlante di prestare attenzione ai loro effetti personali e hanno apprezzato il coraggio e la determinazione del personale di bordo...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 10 Agosto 2017, 11:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Borseggiatrici "prigioniere" del vaporetto: ecco cosa è successo a Venezia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2017-08-11 19:42:39
Non capisco la legge "se ė incinta non può andare in galera", se sei incinta fai il possibile per non far del male al piccolo. Ma io non sono boldriniano....
2017-08-11 12:14:11
il giorno dopo saranno perfettamente a loro agio, su un altro vaporetto.
2017-08-11 10:10:15
povere borseggiatrici costrette dalla "infima società" a non poter essere in regola ... ma si può sopravvivere senza queste persone? cosa portano di buono alla società? non sono pecore nere in una famiglia di santi, sono generazioni di persone che vivono scientemente nell'illegalità, è tollerabile ancora?
2017-08-11 09:51:26
Tutte incinte...quindi non imprigionabili. Mi sembra, Sigg Parlamentari, che se alcune leggi non proteggono i cittadini mentre tutelano i/le delinquenti, incinte, minorenni, menomati etc, queste leggi vanno cambiate. Punto. La sicurezza dei cittadini è PRIORITARIA visto che sono loro a pagarvi stipendi e prebende.
2017-08-10 20:44:42
Le vogliamo metter in galera per lungo tempo o no? Incinte o meno che siano ci hanno fatto esaurire la pazienza, o ci pensa lo stato o ci pensa il cittadino a farsi giustizia, a voi la scelta cari politici, ah no scusate siete in campagna elettorale permanente.