Arriva l'autovelox che non perdona: si sposta da una strada all'altra

Arriva l'autovelox che non perdona: si sposta da una strada all'altra

di Raffaele Rosa

MESTRE - Si chiama Autovelox 106 Premium Colore, costerà alle casse comunali 43.188 euro ed è l'ultimo acquisto approvato da una determina del Comune di Venezia. La famiglia dei rilevatori di velocità sale così a 10 ma quest'ultimo, che potrebbe arrivare in dotazione al Reparto Motorizzato della Polizia Locale già da gennaio, sarà il top di gamma
Come annunciato nelle scorse settimane da inizio 2017 cambiano le abitudini per gli automobilisti soliti a sfrecciare ben al di sopra dei limiti in alcune strade della cintura cittadina. Alle quattro postazioni fisse attive sul ponte della Libertà si aggiungono le altre cinque previste nei due sensi di marcia dei due tunnel di via Martiri della Libertà e dopo il cavalcavia oltre via Pasqualigo, verso la rotatoria del Terraglio. 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 6 Dicembre 2016, 10:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arriva l'autovelox che non perdona: si sposta da una strada all'altra
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2016-12-07 15:48:09
Zip ha in parte ragione..circa il collaudo: da troppo poco a troppo frequente.Personalmente in due anni 'percorro sui 9 mila kilometri , l'auto e' quasi come prima.Col taroccamento facile dei contachilometri, inutile proporre il collaudo ogni tot chilometri percorsi dal precedente.Indipendentemente dal limite osservato, poi occorre sempre adeguare la velocita' alle condizioni, non e' che a 49,9 si ha licenza di falciare i clienti del mercato. C'e anche chi ti strombazza ed insolentisce se sei sotto illimite, interpretando che lo devi raggiungere come obbligatorio..che esiste ma e' diverso.
2016-12-07 00:12:01
Prima o poi qualcuno esasperato "giustizzierà" l'autovelox colpevole di averlo derubato! Ci sono tanti metodi per meterli a tacere per sempre!
2016-12-06 22:54:39
basterebbe mettere dei limitatori di velocità direttamente nelle macchine è tutto un discorso di interesse
2016-12-06 20:32:55
C'e' un intera industria parassita che prospera sugli enti locali che - senza piu' alcun pudore - considerano gli automobilisti una mandria da mungere. Non so quale struttura statale aveva posto dei paletti sull'uso improprio di autovelox e compagni: nel dissesto generale non ne parla piu' nessuno...Si e' creata quindi una saldatura tra industrie parassite, abilissime e ammanigliatissime nel proporre strumenti sempre piu' costosi e sofisticati per inchiappettare chi va in macchina, a puro scopo di lucro. Naturalmente meta degli introiti generati dalle macchinette andranno alle industrie parassite, sotto forma di vendita, assistenza e manutenzione; un' altra quota a chi deve collaudare sistemi sempre piu' complicati - che sfiorano i cento milioni di vecchie lire cadauno, tanto per capire - e una quota minoritaria finira' a rimpinguare le casse comunali. Un bel niente sara' destinato al miglioramento delle strade e della sicurezza di chi le percorre...ma chi se ne frega....
2016-12-06 19:08:46
Libertà quanti hai fatto piangere, senza te qunata solitudine, fino a che ha un senso vivere, io vivrò per avere te. A.C. Se così facessero per la droga, non ci sarebbero più drogati.