Auto pagate ma non consegnate, i clienti chiamano la Finanza

Auto pagate ma non consegnate,  i clienti chiamano la Finanza

di Lorenzo Mayer

MESTRE - In 17 hanno pagato l’auto per intero ma devono ancora entrarne in possesso, altri 50 non hanno più avuto notizie dopo l’acconto. Il caso è stato portato a galla da un lidense che ha pagato 25 mila euro ma dell’auto nuova, che aveva ordinato ai primi di febbraio per ora non ha visto nemmeno l’ombra. Dopo il crac di Motorsport ora è giallo sulla situazione di Autosanlorenzo di via Giustizia, storica concessionaria Opel che ha alle spalle 66 anni di attività e 60mila auto vendute. E, dalla stessa società di Enrico Gasparini, ammettono le difficoltà che il gruppo sta attraversando da alcuni mesi.

L'ALTRO CASO IN VENETO Fallimento Motorsport, stop alle consegne delle Bmw già pagate

E la beffa è stata doppia, se pensiamo che, lo scorso 14 maggio, quando il cliente ha chiamato per avere notizie, gli era stato risposto che l’Opel Zafira blu che aveva ordinato era arrivata in concessionaria. Mancava solamente di procedere al saldo, come previsto da contratto, e poi la vettura sarebbe stata regolarmente immatricolata e consegnata al cliente.  A quanto pare il suo non è nemmeno un “caso” isolato. Solo ieri mattina si sono presentati altri 3 o 4 clienti che avevano il medesimo problema. 

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 27 Maggio 2018, 06:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Auto pagate ma non consegnate, i clienti chiamano la Finanza
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 40 commenti presenti
2018-05-28 14:50:13
@FN. Ti sbagli di grosso. Il consumatore non è l' anello debole. Ipotizziamo di seguire quello che ti suggerisce la tua rivista fenomenale. Mi ordini un'auto da 25k euro con le personalizzazioni più stupide e mi dai 0,5k di caparra (il 2%). Poi arriva la macchina e mi dici che mamma i soldi non te li presta più perché è stanca di pagare i tuoi capricci ed è ora che ti arrangi. Quindi ciao. Intanto io mi ritrovo un mezzo che (al netto di botta di c__o) dovrò vendere solo scontato oltremisura, nella speranza di farlo a breve, perché dopo 2 anni magari hanno fatto degli aggiornamenti e il modello perciò è già vecchio. Chi tutela il commerciante?? La ragione ce l'ha chi tiene i soldi in tasca. Certo è che date le raffiche di fallimenti nel settore, è chiaro che i conce non guadagnano nulla, rispetto alle spese che si ritrovano. Il sistema non sta in piedi. Guadagnano pochissimo sui veicoli, sperando nei numeri e di marginare sulle manutenzioni. Ma non hanno previsto che il 99% di chi acquista, poi per i tagliandi/riparazioni, si rivolge ad autofficine multimarca, magari a conduzione familiare...molto meno onerose. Così casca il palco.
2018-05-27 19:26:31
Come ho già detto nel caso motorsport nel caso dovessi cambiare auto non so più di chi fidarmi se pure i grossi rivenditori ufficiali falliscono, col cavolo do 10 mila di anticipo per cosa? Giusto è come ha detto FN una caparra di 500 e basta, troppo comodo sborsare migliaia di euro e poi pregare che arrivi l’auto...
2018-05-27 19:25:54
tutelare sempre e ovuque il cliente la magistratura con tempismo blocchi i conti corenti della società e tuteli i clienti palesemente truffati solo così vi sarà ancora fiducia nel aquistare un auto.
2018-05-27 16:16:16
La legge tutela le aziende ma non il consumatore. Egli si deve tutelale, dopo, a mezzo di legali e spendere denaro e nonostante cio' non vi e' la garanzia che vada bene. Compratevi qualche rivista specializzata nel settore delle auto e vi dira', con un vademecum, come ci si deve comportare, cioe' tutelare, quando si compra un'auto nuova. Recentemente ne ho acquistata una seguendo i consigli della rivista, innanzitutto al concessionario gli ho dato solo 500 euro di caparra, non si sa mai, se nel frattempo che arriva l'auto dovesse fallire non mi strappo i capelli per la perdita. Secondo, quando l'auto e' arrivata in concessionaria ho preteso di vederla, meglio sarebbe, come suggeriscono le riviste, di farsi scrivere dal concessionario il numero di telaio cosi' hai una garanzia che l'auto c'e' ed e' quella tua. Poi, e' ovvio che il concessionario esiga che l'auto per essere intestata a tuo nome prima vuole che tu la paghi. In questo lasso di tempo, tra il pagamento e la consegna dell'auto c'e' da sperare che il concessionario non dichiari fallimento altrimenti sei fregato, ma anche sfigato perche' il lasso di tempo e' molto breve ed e' un rischio che devi correre non essendo tutelato in alcun modo, ha sempre funzionato cosi' purtroppo. I consumatori sono sempre stati l'anello debole della catena del commercio grazie ai nostri governanti filo banchieri ecc. ecc.
2018-05-27 16:08:05
Ci sono ancora tanti clienti che si lasciano legare economicamente solo per avere la possibilita di scegliere il colore dell’auto... incerediiibileee....