Rapina al Despar con pistola, si fa consegnare oltre 3mila euro

Rapina al Despar con pistola, si fa consegnare oltre 3mila euro

di Paola Treppo

CARLINO e BASSA FRIULANA (Udine) - Entra al market della Despar di Carlino, minaccia le cassiere con la pistola e si fa consegnare l'incasso di 3mila euro; è successo nella prima serata di ieri, nel piccolo comune della Bassa Friulana dove, solo qualche settimana fa, era stata rapinata una donna mentre tornava a casa, aggredita alle spalle da un uomo che l'aveva immobilizzata, bloccandola, serrandole il collo con un braccio, mentre il complice le strappava la borsetta dalle mani. 

Il rapinatore solitario 
La rapina di ieri ricalca quelle messe a segno negli ultimi 15 giorni al market Vivo di Castions di Strada, al supermercato Eurodespar di Palmanova e al discount Dpiù, l'ultima in ordine di tempo, a Latisana, in località Croser . In tutti questi casi, il rapinatore ha agito da solo, con il volto coperto, o da un passamontagna o con il cappuccio della felpa calato bene sugli occhi o con una sciarpa avvolta sulla testa. La modalità è la stessa, anche per quanto riguarda, in due casi, quello di Palmanova e quello di Latisana, l'esplosione di un colpo di pistola diretto al pavimento o al soffitto, con una pistola scacciacani, un'arma che fa solo rumore, spaventa, ma che non ferisce. I colpi vengono messi a segno sempre in orario di chiusura. 

La rapina di Carlino
Ieri sera, venerdì 30 dicembre, intorno alle 19.30, un uomo è entrato al Despar di Carlino; aveva il volto coperto e si è diretto verso le casse. Rivolgendosi alle due addette del market presenti in quel momento, ha detto loro di consegnargli tutto il denaro che avevano in cassa, altrimenti avrebbe usato la pistola contro di loro. Le due donne, terrorizzate, hanno subito obbedito, temendo per la loro vita. In cassa c'erano 3mila euro che il malvivente ha arraffato subito, per poi fuggire a gambe levate; tutto in pochi istanti, come sempre. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Latisana, comandati dal capitano Filippo Sautto, che hanno subito avviato delle ricerche in zona, con posti di blocco sulle vie di uscita da Latisana e nei paesi limitrofi, tra cui Palazzolo dello Stella. Si tratta con ogni probabilità della stessa persona, che agisce con le medesime modalità.

In manette la banda di rapinatori Udine
Sono stati arrestati, invece, dai carabinieri di Udine, due nomadi che gli inquirenti ritengono responsabili delle rapine messe a segno nella zona di Udine. Nell'area della città, nell'ultimo periodo, sono stati presi di mira il negozio di giocattoli Toys di Udine, e per due volte il Despar di Pasian di Prato. I due, padre e figlio, catturarti a seguito di una brillante e serrata indagine dei cc, stavano per colpire di nuovo; sono stati trovati in possesso di una pistola scacciacani, di passamontagna e di guanti; nel loro disponibilità c'era anche un'auto rubata, una Fiat Panda. Il "kit", insomma del rapinatore. Il cerchio si stringe, adesso, anche sul rapinatore solitario della Bassa Friulana.   
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 31 Dicembre 2016, 08:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rapina al Despar con pistola, si fa consegnare oltre 3mila euro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti