Prete a letto con l'influenza: sente i ladri in canonica e li mette in fuga

Prete a letto con l'influenza: sente  i ladri in canonica e li mette in fuga

di Paola Treppo

CORNO DI ROSAZZO (Udine) - Ladri nella casa canonica di Corno di Rosazzo nella notte di Natale. Ma il prete don Gino Fasso, che ha l'influenza, li sente armeggiare e li mette in fuga. Rubano lo stesso, le offerte dei fedeli, un centinaio di euro, e mettono in disordine tutto l'ufficio parrocchiale, ma non si accaniscono per fortuna contro il sacerdote che ha 82 anni e sta male

È successo poco prima della mezzanotte di ieri, sabato 24 dicembre. Don Gino, che è parroco di Sant'Andrat, Visinale e Corno di Rosazzo, ogni anno celebra la messa di Natale ma stanotte non ha potuto officiare il rito cristiano perché ha l'influenza: «Sono rimasto in canonica per rimettermi, per riprendere le forze e quindi seguire la comunità negli altri giorni delle feste - dice - e mi è capitata questa brutta disavventura, proprio la notte di Natale. I ladri, ormai, le inventano tutte per cercare di portar via qualcosa alla gente». 

Don Fasso è nella sua stanza e cerca di prendere sonno quando, poco prima di mezzanotte, sente dei rumori: «Inizialmente sentivo dei rumori molto lontani, poi mi è parso chiaro che c'era qualcuno al piano di sotto e sono sceso. Ho visto tutto in disordine e ho visto queste due persone che scappavano da una finestra. Erano i ladri. Per fortuna non mi hanno fatto del male, perché può succedere anche quello. Ma hanno messo tutto in disordine: l'ufficio parrocchiale in particolare. Hanno rubato un po' di soldi, che erano le offerte dei fedeli consegnate per i poveri in questi giorni di Natale. Mi pare che altro non manchi. I ladri sono entrati dopo aver forzato una porta, hanno aperto cassetti e armadi, e hanno tentato di scassinare anche due armadi più "importanti" ma non ci sono riusciti perché, appunto, sono stati disturbati dalla mia presenza. In un certo senso è andata bene: sono influenzato sennò sarei stato in chiesa a dire la messa di Natale, e la canonica sarebbe stata "depredata" ancora di più». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 25 Dicembre 2016, 09:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Prete a letto con l'influenza: sente i ladri in canonica e li mette in fuga
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2016-12-25 10:03:58
Ha fatto male il prete a cacciare i ladri. Si e' dimenticato le opere di misericordia richieste da Gesu' nel vangelo: date da mangiare agli affamati ... Forse ha pensato che questo fosse un compito che steppasse solo alla povera gente, quella di ricevere "le visite" dei ladri nelle proprie abitazioni e che la chiesa ne fosse immune ... Tutti buoni e altruisti quando le disgrazie colpiscono gli altri.
2016-12-25 11:10:15
Invece che ridursi a rubare non era più semplice chiedere la carità al parroco?...per fare certe cose serve pure la dignità!
2016-12-25 11:25:02
Sono scappati per paura del contagio.Quest'anno l'influenza e' cattiva.
2016-12-25 14:33:35
ggcc, a me pare di aver letto che sono scappati e non che li ha cacciati. evidentemente avranno pensato che dopo che hanno rubato tutto non avevano altro da chiedere.
2016-12-25 15:27:04
Un altro eroe. Si vede che questo e' il periodo giusto.