Presepe pubblico imbrattato e volti dipinti di marrone: «Razzisti siete voi»

PER APPROFONDIRE: imbrattato, presepe, udine
il presepe deturpato
UDINE - «La vostra fede, un razzismo dalla lunga storia», «il vostro Giuseppe, un uomo a cui negate la dignità togliendo le panchine», «il vostro Gesù, un bimbo nato a bordo delle navi che non accogliete». Sono alcune delle scritte apparse nella notte di Natale con cui è stato imbrattato il presepe di piazzetta del Pozzo, a Udine. Le frasi che hanno imbrattato le sagome di Giuseppe, Maria e Gesù sono state subito rimosse. Coperte, sempre con la stessa vernice spray utilizzata da ignoti, anche le teste dei protagonisti della natività, "africanizzati", mentre davanti all'opera è stato ritrovato un tappeto orientale. Non è ancora chiaro chi possa essere stato a compiere il gesto, definito oltraggioso per la città, dal sindaco, Pietro Fontanini, giunto sul posto. Probabile la ritorsione contro la decisione del Comune di rimuovere le panchine per far spazio al presepe e evitare bivacchi nella zona.  «E' un atto di blasfemia contro la religione cattolica che ci preoccupa molto - ha commentato il sindaco . È la seconda volta nel giro di poco tempo che il presepio di piazzetta del Pozzo, in pieno centro a Udine, è oggetto di un attacco con frasi ingiuriose».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 26 Dicembre 2018, 15:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Presepe pubblico imbrattato e volti dipinti di marrone: «Razzisti siete voi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 27 commenti presenti
2018-12-28 21:34:26
Giuseppe è Maria rientravano a Betlemme per il censimento.... Cioè facevano il contrario degli amici degli ignoranti che hanno imbrattato, tornavano a casa loro. Prima di scrivere, leggano. In quanto alle panchine, per colpa di pochi, pagano in tanti. Non si siede più nessuno per colpa di 4 beoni vomitevoli. Prima dell'arrivo degli "amici stranieri" per cento anni gli udinesi si sono tranquillamente seduti. Con e senza presepio.
2018-12-27 16:32:07
E' ovvio che chi ha colorato le figure e scritto i cartelli non è uno straniero, dunque ingiusto prendersela con loro. La chiesa cattolica ne ha fatte abbastanza per farsi odiare anche dagli italiani. D'altra parte, urlare al blasfemio mi pare veramente ridicolo, in una zona dove si "porca" in ogni osteria !
2018-12-27 14:14:37
Il risultato ottenuto sembra contraddittorio.Curiosità da wiki: “Il bianco è un colore con elevata luminosità, ma senza tinta. Più precisamente contiene tutti i colori dello spettro elettromagnetico ed è chiamato anche colore acromatico. È l'opposto del nero, che rappresenta l'assenza di colori. Il bianco crea la gamma completa dei colori, suddividendosi infatti in tutti i colori da cui è composto. In acustica è un suono contenente tutte le frequenze udibili, e viene chiamato bianco per analogia con il colore bianco che contiene tutte le frequenze visibili. Nell'arte africana, il bianco sta a significare la vita eterna. In Cromoterapia è utilizzato per attenuare la sensazione di solitudine, chiarire le idee, trasmettere sensazioni di libertà e alleviare la tensione emotiva”.
2018-12-27 10:53:38
Abito a Udine e passo quotidianamente davanti al parco(che poi è un'aiuola),le panchine sono state rimosse perchè d'estate era ritrovo di ubriachi che lordavano,al mattino vi erano sempre mucchi di bottiglie e monnezze varie il tutto condito da forti olezzi.. quindi era un pò che si parlava di rimozione.Non centra niente il presepio.
2018-12-27 15:24:04
Ovviamente bisogna strumentalizzare.