Vigili urbani e migranti, le emergenze del nuovo sindaco Fontanini

PER APPROFONDIRE: pietro fontanini, sindaco, udine
Vigili urbani e migranti, le emergenze del nuovo sindaco Fontanini
UDINE - Lui, che anche tra gli avversari è considerato così fortunato da essere imbattibile (qualunque strada abbia tentato, c'è riuscito) ce l'ha fatta anche stavolta, non con il margine in cui confidava, ma dalle urne è comunque uscito vincitore. E dopo i festeggiamenti di domenica sera, ora c'è una città da gestire e da cambiare come ha tante volte ripetuto in campagna elettorale. I primi nodi da affrontare? La formazione della giunta (si è dato 10 giorni di tempo), la convocazione del consiglio comunale (entro fine mese), con la lettura delle linee programmatiche del suo mandato, e mettere mano alla Polizia Locale. «È stata una vittoria al fotofinish - commenta il nuovo sindaco Pietro Fontanini-, quindi ci sarà attenzione anche nei confronti del centrosinistra, cercando di capire se è possibile fare assieme alcune cose, perché ad esempio, sul numero di migranti sia io sia Martines siamo d'accordo che Udine non deve ospitarne più di 250. Già nei prossimi giorni intendo incontrare il Prefetto per vedere come ridimensionarne il numero. La città ora appare divisa in due blocchi, ma lavorerò per ottenere il consenso anche di chi non mi ha votato, perché il sindaco deve essere il sindaco di tutti». 

 
   
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 15 Maggio 2018, 12:28






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vigili urbani e migranti, le emergenze del nuovo sindaco Fontanini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-05-15 13:32:34
Cominciare ad allontanare i questuanti da tutti i supermercati e controllare le truppe bighellonanti per la città e chi non ha titolo di rimanere spedirlo al mittente o a casa di chi lo desidera mantenere.
2018-05-15 15:16:46
E' perfettamente inutile. Se l'eecelso minniti continua ad accogliere frotte di clandestini e le navi ONG continuano a sbarcare centinaia di amichetti asiatici e africani il sindaco Fontanini nulla puo'.
2018-05-15 13:30:09
Da una parte la gente comune che deve destreggiarsi tra lavoro precario, tagli ai servizi, criminalita' dilagante. Dall'altra tutto il mondo del business dell'assistenza ai clandestini e richiedenti asilo.
2018-05-15 13:04:57
Con la bella stagione forse pensa di spostarli a Lignano o Grado ?...ha sette caserme piene da smaltire x arrivare a 250 vacanzieri...buon lavoro!!
2018-05-15 15:02:21
Ottima idea mare, ma anche montagna! Conosco tanti antifascisti o comunistitalici che dir si voglia che possiedono la seconda e la terza casa al mare e in montagna. Usiamole!!! Saranno sicuramente lieti di poter finalmente applicare la teoria, alla pratica.