«Cerca un lavoro» e lui la riempie di botte anche davanti alla polizia

«Cerca un lavoro» e lui la riempie di botte anche davanti alla polizia

di Paola Treppo

UDINE - «Cerca un lavoro!» e lui la riempie di botte anche davanti alla polizia che poi riesce a bloccarlo e ad arrestarlo. A finire in manette un uomo di 48 anni, friulano, residente a Udine. I due convivono da circa 12 mesi ma non vanno d'accordo. Lui non ha una occupazione fissa e lei, coetanea, friulana, lo invita più volte a cercarsi un lavoro. Nascono parecchi battibecchi: lui comincia ad alzare le mani ma lei non riesce a trovare il coraggio di denunciarlo.

L'ennesima lite scoppia nella prima serata di domenica 11 marzo. Sono le 20 quando la donna, spaventata, telefona alla polizia di Stato chiedendo aiuto: lui la sta picchiando a mani nude e teme per la sua vita. Gli agenti della squadra volante arrivano dopo poco e vedono il suo volto tumefatto dalle botte.

Alla vista delle divise, invece di calmarsi, l'uomo esce di senno: la convivente non doveva permettersi di chiedere aiuto e si avventa come una furia su di lei. Le afferra il collo con le mani tentando di strangolarla ma gli agenti lo bloccano. A quel punto il 48enne si scaglia anche su di loro: a un poliziotto spacca di occhiali e sferra dei pugni. Alla fine l'uomo violento viene arrestato e portato nel carcere di Udine, a disposizione dell'autorità giudiziaria, per maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e lesioni personali. La donna e il poliziotto feriti saranno medicati in pronto soccorso. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Marzo 2018, 13:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Cerca un lavoro» e lui la riempie di botte anche davanti alla polizia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-03-14 11:05:57
attenzione che anche i villeggianti di via monte sei busi vengono considerati Italiani Udinesi e friulani !!!
2018-03-13 18:04:11
Così adesso è libero e più incazz... di prima per la denuncia. 500 metri.... Auguri signora, faccia le valige e sparisca prima che il compagno finisca l'opera. Grazie leggi italiane!
2018-03-13 13:53:53
Tenetelo dentro piu' che potete. Questo e' pericoloso
2018-03-13 15:19:50
"a disposizione dell'autorità giudiziaria, per maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e lesioni personali", arresto convalidato e rimesso in libertà in attesa di giudizio, ma con divieto di avvicinarsi alla vittima a meno di 500 metri! E così la donna può finalmente vivere tranquilla...
2018-03-13 18:50:05
Ma uno che provoca lesioni a un carabiniere lo lasciano libero subito ?