Barca a fuoco in mare con feriti gravi, ma è solo una esercitazione

L'esercitazione sulla costa friulana

di Paola Treppo

LIGNANO (Udine) - Allarme per una imbarcazione che è avvolta dalle fiamme. Ci sono persone ferite. Ma è solo una esercitazione. "Solo", perché essere pronti a tutti sulla costa è fondamentale per salvare vite umane, in tutte le stagioni.

Così i 7 sette Marina membri della Rete Fvg Marinas sono stati recentemente impegnati nell’annuale esercitazione sulla gestione delle emergenze, ospitata quest’anno presso Marina Punta Faro Resort a Lignano Sabbiadoro.
 
La simulazione collettiva antincendio ha coinvolto circa 50 collaboratori dei Marina, che grazie al supporto operativo del distaccamento dei vigili del fuoco volontari di Lignano Sabbiadoro, della Sogit, il Soccorso dell’Ordine di San Giovanni in Italia di Lignano Sabbiadoro e dell’Ufficio locale marittimo della Capitaneria di Porto di Lignano Sabbiadoro, hanno potuto testare competenze e reazioni in caso di emergenza.
 
Oltre a Marina Punta Faro Resort che ospitava l’evento, erano presenti anche i responsabili e i marinai di Porto Turistico Marina Uno Resort, Marina Punta Verde, Darsena Porto Vecchio, Marina Resort Punta Gabbiani, Marina Capo Nord, Darsena Centrale Aprilia, Marina Stella Resort e Portomaran.
 
La giornata si è aperta con gli interventi del consulente sulla sicurezza Brunetto Filigoi, del Comandante della Capitaneria di Porto di Lignano Raimondo Porcelli, Denis Monticoli, responsabile dei volontari del distaccamento vigili del fuoco di Lignano Sabbiadoro e di Graziella Kainich, responsabile della Sogit di Lignano Sabbiadoro.
 
Al termine degli interventi, forze dell’ordine e marinai e responsabili dei porti turistici si sono spostati lungo le banchine di Marina Punta Faro Resort per l’esercitazione pratica.

Grande spazio è stato dato alla gestione di diverse emergenze che si possono presentare in un Marina, con il coinvolgimento diretto del personale dipendente, che potrebbe trovarsi ad operare in situazioni impreviste.

Attraverso fumogeni arancioni, è stato simulato l’incendio di un’imbarcazione, con coinvolgimentodi feriti e successiva bonifica ambientale dell’area. I collaboratori dei Marina sono stati sollecitati ad allontanare le barca ormeggiate accanto a quella incendiata, a prestare il primo soccorso al ferito e ad allertare i soccorsi esterni.
 
«Si tratta di un’esercitazione importante che ormai da 10 anni i Marina di Lignano Sabbiadoro, Aprilia Marittima, Palazzolo dello Stella e Marano organizzano a rotazione nei porti turistici del comprensorio nautico più grande d'Europa e che ci auguriamo sarà estesa nel prossimo futuro anche ai Marina delle altre aree della Rete» dice Giorgio Ardito, titolare di Porto turistico Marina Uno Resort, Presidente del Consorzio Marine Lignano e Amministratore della Rete Fvg Marinas per l’area di Lignano, Aprilia e fiume Stella.

«Grazie all’importante contributo dato dalla Capitaneria di Porto di Lignano Sabbiadoro, dai vigili del guoco e dalla Sogit' continua Ardito - è stato possibile simulare un incendio su un’imbarcazione e il soccorso a un ferito. Esercitazioni di questo tipo rappresentano un’importante crescita professionale per titolari e collaboratori di porti turistici e l’ottima riuscita del test, conferma la preparazione del nostro personale a garanzia della sicurezza dei diportisti».

«Per il 2018 l’obiettivo è quello di migliorare ulteriormente le procedure di intervento, anche attraverso un’esercitazione senza preavviso. Un grazie particolare per l’ospitalità dell’evento di Paola Piovesana, titolare di Marina Punta Faro Resort e vicepresidente del Consorzio Marine Lignano».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 18 Novembre 2017, 09:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Barca a fuoco in mare con feriti gravi, ma è solo una esercitazione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti