Domenica 15 Luglio 2018, 14:00

La peste della cimice asiatica ha messo l'agricoltura in ginocchio

PER APPROFONDIRE: agricoltura, cimice asiatica, udine
La peste della cimice asiatica  ha messo l'agricoltura in ginocchio

di Lisa Zancaner

UDINE - Anche la soia è sotto attacco della cimice marmorata asiatica. L'insetto arrivato dall'estremo Oriente tre anni fa che sta mettendo in ginocchio le colture frutticole del Medio Friuli, diventa un pericolo anche per la coltura della soia.
«Per ora non se ne vedono molte, ma ci sono spiega Marco Signor del servizio fitosanitario dell'Ersa e al momento non si può fare nulla perché la soia è in fioritura e non è possibile utilizzare pesticidi, anche per la presenza delle api», un insetto che già ha una vita difficile e va preservato. «La cimice diventerà più pericolosa a fine fioritura - prosegue Signor usando una metafora più che chiara . È come vedere un temporale in arrivo». Le reti anti-insetto utilizzate per i frutteti non rappresentano una soluzione per le colture estensive come la soia, meglio usarle per le colture fruttifere che «dal punto di vista economico sono molto importanti».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La peste della cimice asiatica ha messo l'agricoltura in ginocchio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-07-17 09:09:30
Ma che cosa stiamo diventando in questo paese: tutti complottisti, sospettosi, rancorosi, acidi. Vogliamo il benessere? I beni a basso costo? Nel commercio globale c'è un prezzo da pagare che è anche questo. La diffusione di specie aliene che vanno controllate, se è possibile farlo. Combattiamo! Tutto il resto è ridicolo.
2018-07-16 06:08:04
Vivo in Giappone e la Cina ha molti piu' interscambi che qui ma non ho sentito ne mai visto cimici asiatiche li men che meno gia' che ci siamo zanzare tigre, non capisco come sia possibile tutto questo o perlomeno se c'e' la zampetta di qualcuno
2018-07-15 19:20:17
Gli insetti arrivano con le navi mercantili. Più interscambi, più insetti.
2018-07-16 07:34:24
E chi mi garantisce che qualche volta non siano anche diffusi apposta per mettere in ginocchio le nostre eccellenze e favorire le produzioni estere di scarsa qualità?
2018-07-15 14:42:21
Ringraziomo l'Europa e la distruzione dei confini nonchè le orde di tutti i continenti che stanno occupando quello che rimane di questo paese.