​Presa la banda dei pannelli solari: incastrati dalle telecamere termiche

I ladri nell'impianto dei pannelli solari

di Paola Treppo

BAGNARIA ARSA E LATISANA (Udine) - Presa nella notte una banda di ladri tutti marocchini che stava rubando un gran numero di pannelli solari in un maxi impianto di Bagnaria Arsa. A pizzicarli con le mani nel sacco i carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia di Latisana, comandata dal capitano Filippo Sautto, che così hanno messo fine alle attività di un sodalizio criminale che negli ultimi mesi aveva fatto razzia di pannelli fotovoltaici in numerosi impianti del Friuli Venezia Giulia.

Nella notte tra giovedì 16 e venerdì 17 marzo, i militari dell’Arma, nel corso di una mirata attività d’indagine che ha coinvolto 30 uomini, hanno arresto 5 stranieri, tutti marocchini, regolari sul territorio nazionale, tutti residenti nella provincia di Salerno, di età compresa tra i 30 e i 48 anni, alcuni già noti per reati specifici.

​La banda si era già impossessata di 240 pannelli i cui cavi di collegamento sono stati tranciati in un impianto molto vasto di proprietà di una azienda tedesca che si estende per 8 chilometri quadrati e che conta 20mila moduli. I 5 ladri sono stati ripresi da una telecamera termica (nella foto). Sono stati trovati con quattro camion da 35 quintali che si alternavano per il trasporto.

​I pannelli, del valore di 200 euro l'uno, erano diretti in Africa dove il mercato nero di questi moduli e molto fiorente; sono stati posti sotto sequestro anche una Alfa 145 usata per fare la staffetta, quindi per controllare che la strada fosse libera, diversi telefoni cellulari e circa 2000 euro in contanti.
 
  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 18 Marzo 2017, 12:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
​Presa la banda dei pannelli solari: incastrati dalle telecamere termiche
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-03-18 13:12:51
Sono anni che i marocchini rubano pannelli solari x poi rivenderli in Africa, ancora non siamo riusciti a fermare questo ennesimo episodio di depredazione della nostra povera Italia .