Apre l'oasi Parulana: paradiso della lince e delle volpi

Apre l'oasi Parulana: ecco
il paradiso di linci e volpi /Ft

di Paola Treppo

FORNI DI SOPRA (Udine) - L’area faunistica Parulana di Forni di Sopra apre le sue porte questo sabato 31 marzo; è uno dei luoghi tra i più belli della regione, immerso nella natura incontaminata, all’interno del Parco delle Dolomiti Friulane. «Si tratta di un habitat dove tutti possono osservare gli animali tra cui la splendida lince - spiega Ylenia Cristofoli, presidente della Cooperativa Pavees che gestisce il sito -. Durante la visita è il importante il rispetto per la fauna. L’osservazione non è scontata: richiede tempo e pazienza».

L’area è stata progettata per permettere ai visitatori di osservare alcune specie che, in natura, contano pochi esemplari, spesso con abitudini di vita notturne. «Il visitatore deve impegnarsi nella ricerca degli animali ed è meglio munirsi di un binocolo; sarà certamente gratificato dalla possibilità di osservarli in un ambiente naturale».

Due itinerari
Due i percorsi didattico educativi: il primo, di un'ora e mezza circa, è una passeggiata all’interno dell’area mentre il secondo, di 2 ore e mezza, approfondisce gli aspetti della biodiversità del sito. L’area faunistica Parulana, di proprietà del Comune di Forni di Sopra, si sviluppa su una superficie di 5 ettari all’interno del Parco delle Dolomiti Friulane. Qui si possono osservare lince, volpe, cervo e gufo.

Pasqua e Pasquetta
Nelle giornate di Pasqua e Pasquetta, l’area faunistica resta aperta dalle 11 alle 17, con possibilità di ristoro. Fino al prossimo mese di giugno sarà possibile visitare l’area sabato, domenica e festivi, sempre dalle 11 alle 17, mentre per il periodo estivo sono previste aperture da martedì a domenica. Info www.areafaunisticafornidisopra.it. 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 29 Marzo 2018, 13:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Apre l'oasi Parulana: paradiso della lince e delle volpi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-03-29 20:26:26
.. cinque ettari recintati. praticamente in prigione.. tradotto, paradiso per guardoni non certo per animali nati liberi a cui poco importa la grandezza del recinto in quanto anelanti alla libertà. non esiste libertà relativa..
2018-03-29 15:18:54
Evviva. Operazione benemerita. Ce ne dovrebbero essere a centinaia in Italia. A scorno del presidente dlla provicia di Trento mister Rossi Ugo. Pensa ti uno che se ciama ugo.