San Giovanni in Tuba: dove i morti saranno svegliati alla fine dei tempi

San Giovanni in Tuba: il luogo segreto dove i morti saranno svegliati alla fine dei tempi

di Paola Treppo

DUINO AURISNA (Trieste) - È poco nota, poco studiata, avvolta nella leggenda e nel mistero, l'area sulla quale sorge la chiesa di San Giovanni in Tuba, a Duino Aurisina. Oggi il luogo sacro si presenta come grande edificio in stile gotico, a navata unica. Semplice, sobrio e spoglio ma di grande suggestione per il contesto in cui sorge: la chiesa, infatti, si trova a pochi metri dalle risorgive del fiume Timavo, un corso d'acqua altrettanto misterioso. Qui, in precedenza, si trovava un tempio pagano, di cui rimangono oggi solo alcune testimonianze epigrafiche.

Il sacello dedicato alla Speranza Augusta 
In passato, infatti, era stato eretto un sacello dedicato alla Speranza Augusta che poi andò in rovina o fu distrutto; al suo posto sorse una basilica paleocristiana i cui resti sono conservati nel presbiterio dell'attuale chiesa; è qui che si possono vedere tracce di mosaici del V secolo dopo Cristo, tra rivoli d'acqua e pianti di felce che crescono spontaneamente grazie all'umidità dei pavimenti, decorati con elementi geometrici ottagonali simili a quelli di Aquileia e del battistero di Grado. 

Il monastero benedettino distrutto 
Accanto alla Chiesa fu eretto in seguito un monastero benedettino, centro dell’opera missionaria di evangelizzazione condotta dai monaci presso le popolazioni slave. Le reliquie, che erano state messe in una fossa scavata sotto l’altare, furono tolte e nascoste in un luogo sicuro, forse a causa dell’arrivo dei longobardi. Le successive invasioni degli ungari completarono la devastazione della chiesa e del monastero.
In realtà dell'origine di questo luogo sacro si sa veramente poco. 

Tra storia e leggenda 
Il toponimo “Tuba” deriva forse da tumba, dalle lapidi funerarie rinvenute nel sito; in latino tuba indica poi un condotto naturale o artificiale delle acque che potrebbe essere messo in relazione al vicino fiume sotterraneo, il misterioso Timavo. Ma la storia e leggende più antiche, delle quali si è persa quasi completamene la memoria, raccontano di un luogo di cui si parlerà alle fine dei tempi. Strabone ricorda che qui sorgeva un sacrario dedicato a Diomede e si favoleggia di Giasone, di Ercole e di Orfeo che toccarono questi luoghi, non a caso, perché qui correva la via dell'ambra; è certo che le correnti calde del Timavo furono usate in epoca romana per un impianto termale allora parecchio celebre. 

La leggenda racconta che «l'antica chiesa di San Giovanni edificata all'uscita del fiume Timavo fu chiamata "te Tuba" perché qui si stabilì una delle prime colonie di sopravvissuti al diluvio universale». Ed è qui che, alla fine del mondo, uno dei quattro angeli dell'Apocalisse suonerà la sua tromba, da cui “tuba”, e lo farà nel giorno del giudizio universale, per far uscire i morti dalle loro tombe. Per questa credenza in molti, in passato, avevano scelto di farsi seppellire in questo suggestivo luogo: quella di San Giovanni in Tuba, insomma, per l'antica tradizione cristiana, sarebbe una terra di risurrezione dalla morte alla fine dei tempi. 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 19 Giugno 2017, 13:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
San Giovanni in Tuba: dove i morti saranno svegliati alla fine dei tempi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-06-19 21:43:28
... bel dilemma. tornare a vivere dopo il calvario della prima vita..
2017-06-19 17:25:05
## Mah, se dormivano da vivi,sara' difficile svegliarli da morti......lasciamoli riposare in pace,va, che col mondo attuale e' gia' tanto che non si rivoltino nelle tombe.
2017-06-19 15:16:53
Sostituirei nel titolo la voce verbale "saranno" con "dovrebbero essere" svegliati: Mi interesserebbe anche sapere che la speranza riposta nella leggenda può riguardare anche i morti "cremati" visto che i luoghi di sepoltura sono sempre più affollati specialmente nelle città anche di medie dimensioni!
2017-06-19 21:22:47
polvere eri e polvere diventerai. e per i credenti tutti risorgeranno. non ci sono solo i cremati ci sono anche quelli il cui cadavere può andare perso per svariati motivi.