Scoperte le più antiche tracce d'uomo in Italia: denti di 450.000 anni fa

PER APPROFONDIRE: denti, neanderthal, trieste, uomini
Riproduzione in gesso del busto dell'uomo di Neanderthal
TRIESTE - Le più antiche testimonianza dell'evoluzione umana mai scoperte in Italia sono denti di uomini di Neanderthal vissuti circa 450.000 anni fa. Sono stati scoperti a Fontana Ranuccio, nei pressi di Anagni (Frosinone), e a Visogliano, 18 chilometri a nord-ovest di Trieste.

Pubblicata sulla rivista Plos One, la scopertasi deve al gruppo internazionale guidato da Clément Zanolli, dell'Università di Tolosa, al quale l'Italia ha partecipato con le università di Pisa e Sapienza di Roma, il Centro Fermi e la struttura Elettra di Trieste per la luce di sincrotrone. I ricercatori sono riusciti a ricostruire forma e disposizione dei tessuti dentali e li hanno confrontati con i denti di altre specie umane. Hanno così scoperto che i denti ritrovati in entrambi i siti somigliano a quelli dei Neanderthaliani e sono diversi da quelli caratteristici dell'uomo moderno, l'homo Sapiens.

C'è stato molto dibattito sull'identità e le parentele degli antichi umani del Pleistocene in Eurasia. La scoperta di denti simili a quelli dei Neanderthaliani in reperti così antichi rafforza l'idea di una iniziale divergenza della discendenza dei Neanderthal rispetto alla nostra, intorno al passaggio dal Pleistocene Superiore a quello Medio. I denti sono anche visibilmente diversi dagli altri conosciuti di quell'epoca in Eurasia, suggerendo che ci può essere stata una varietà di progenitori umani che popolavano la regione.

«Le analisi della struttura interna della dentatura - commenta Zanolli - rivelano un'impronta simile a quella Neanderthaliana, che somiglia anche a quella degli antichi abitanti della Sierra di Atapuerca in Spagna, anch'essi della linea evolutiva dei Neanderthal, e ritrovata nel sito di Sima de los Huesos. Questo indica che un modello morfologico dentale generalmente Neanderthaliano si era preconfigurato nell'Europa Occidentale in un periodo almeno tra 430 e 450 mila anni fa».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 3 Ottobre 2018, 20:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scoperte le più antiche tracce d'uomo in Italia: denti di 450.000 anni fa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-10-05 13:01:52
Da quello che ricordo e per vs. beneficio (forse), l'Homo sapiens sapiens (la ns. specie che ora popola il pianeta Terra) e' migrato dall'Africa ca 300 Mila-320 Mila anni fa per via di un forte cambiamento climatico che rese difficilmente vivibile il luogo Africano dove si trovavano inizialmente. Inoltre, la specie di Homo sapiens sapiens sembra che si siano incrociati sessualmente con i Neardertal (quando questi erano in giro anche qui a Visogliano), ma i loro discenti erano sterili (come l'asino e il cavallo incrociati producono il mulo). Ca 12-10 Mila anni fa, l'Homo sapiens sapiens" compi' la transizione tra la caccia solo e il cambiamento dell'ambiente --agricultura ed altro. Quindi, non credo che "l'origine" dell'Uomo sia aliena (scusate) si puo' dire che il cambiamento climatico ha favorito finora la ns. specie, che aveva caratteriche fisiologiche particolari, anche rispetto ai Neanderthal, certo che stiamo riproducendoci ad un velocita' impressionante (ora siamo ca 7,8 Miliardi alla fine del 2018) e non mi e' chiaro quale sara' il limite di sostenibilita' a meno che succeda quacosa prima di raggiungerlo (e' gia' successo al pianeta Terra nel passato).
2018-10-04 11:24:40
L'origine dell'Uomo è aliena. Ci sono state varie razze aliene a visitare la terra per poi ognuno prendersi il proprio territorio o continente; poi l'evoluzione genetica ha fatto il resto. Potete scavare fin che volete ma il fatto resta questo. Giovanni Romagnollo
2018-10-04 13:25:28
i fatti dicono che all'epoca del disatro di toba in africa centrale è spuntata una tribù di circa un centinaio di homo sapiens sapiens. e da lì è partito tutto mentre nel resto del mondo imperversavano da 400000 anni i neanderthal ed altre forme scimmiesche. poi che quei cento siano di origine aliena è tutto da dimostrare. ultime scoperte fanno pensare che si siano incrociati anche con i neanderthal da cui i fattori albini dei capelli e della pelle. ma si sono evoluti solo quelli più adatti a quell'ambiente, non i più intelligenti.
2018-10-03 21:13:07
prima di 80000 anni fa l'homo sapiens spiens, cioè noi non esisteva. erano solo ominidi. possono scavare finchè vogliono ma quella è la nostra origine. poi che il dna sia simile è un fatto, ma lo abbiamo anche simile alle scimmie per il 95%.