"Destinazione Italia" fa tappa in Friuli, Renzi contestato alla stazione

Matteo Renzi in Friuli Venezia Giulia
TRIESTE - Il segretario nazionale del Pd, Matteo Renzi, oggi in Friuli Venezia Giulia per il suo tour "Destinazione Italia". Dopo un incontro al Porto di Trieste, Renzi ha toccato tutte e quattro le province friulane, accompagnato da un gruppo di dirigenti e militanti democratici. Il viaggio ha interessato nell'ordine  Trieste, Redipuglia (Gorizia), Udine, dove alla stazione è stato contestato da un gruppo di cittadini. Poi il tour è ripreso per San Giorgio della Richinvelda (Pordenone). 

Matteo Renzi a Trieste ha firmato la petizione per il ripristino del servizio del Tram di Opicina, fermo dall'agosto 2016, dopo un incidente. Al suo arrivo in stazione, il segretario del Pd è stato avvicinato da un anziano, promotore della raccolta firme e lui ha firmato. Accolto da una piccola folla, Renzi ha anche autografato un suo libro a una signora di Sarajevo che gli è stata presentata dalla segretaria del Pd Fvg Antonella Grim. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 8 Novembre 2017, 17:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
"Destinazione Italia" fa tappa in Friuli, Renzi contestato alla stazione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 43 commenti presenti
2017-11-09 15:17:31
Uno che fino a ieri avrebbe telefonato a Deborah e le avrebbe messo fuoco alle terga oggi ridotto a firmare una petizione...
2017-11-09 15:04:21
Poverino...non gli resta che attaccarsi al tram.....
2017-11-10 10:17:15
e anche el Tram de Opcina xe nato disgrasia vegnindo zo per Scorcola el se ga ribalta',.....
2017-11-09 13:43:50
Scusate, ma se c'era un buco sul giornale dovevate proprio coprirlo con niente, non c'era...che ne so... un cittadino che raccogliesse foglie per strada, oppure un cane che si prendesse cura di un micio, il vento che ha piegato il palo dell'antenna insomma un pò di fantasia dai...
2017-11-09 13:01:21
Sinceramente non capisco tutto questo odio, il segretario di un partito che fonda la sua fede nella democrazia occidentale, ed il suo punto di riferimento è quello che resta del vecchio ceto medio, mettendolo al centro come equilibratore tra chi ha troppo e chi non ha nulla, bene sia la destra che la sinistra accusano il PD di tutto e di più. Se le banche sono fallite in Veneto, ricordo che sono state da sempre soggette al controllo e alle scelte dei Veneti, in primis dalla vecchia Dc e da 20 anni da Forza Italia e e Lega, se la sinistra pensa che il responsabile della sparizione del comunismo sia dovuta al PD, mente sapendo di mentire , e piuttoso si chieda se la Sinistra di D'Alema e company, è presente nelle periferie o dove c'è la vera povertà. La verità è che almeno Lui , Renzi, non illude con roboanti promesse, come improbabili redditi di cittadinanza o abolizioni della Fornero, o magari perchè non manda l'esercito in Libia, o meglio non ripropone l'utopistico slogan lavorare tutti per lavorare meno. Ma come dice lui il tempo è galant'uomo , e troppi nascondono i propri fallimenti mostrando la luna, personalmente comincerei a chiedermi che fine ha fatto la Padania.