Pedaggi non pagati: sequestro del mezzo ai "furbetti" recidivi

Pedaggi non pagati: sequestro del mezzo ai "furbetti" recidivi

di E.B.

TRIESTE - Si prospettano tempi duri per i furbetti che non pagano il pedaggio autostradale. Autovie Venete ha siglato con la Polstrada Fvg un protocollo d'intesa che prevede un potenziamento dei controlli in strada e una serie di azioni mirate per sanzionare i recidivi attraverso una vera e propria task-force di pattuglie miste: l'obiettivo è aggredirli dal punto di vista penale trattandosi di insolvenza fraudolenta e truffa. La tecnica più diffusa? Quella di mettersi dietro all'auto che attraversa con il Telepass. Dunque è stato concepito un sistema che consentirà di indentificare il conducente fino al sequestro preventivo del mezzo, che verrà meno quando pagherà la somma dovuta. Sulla base dei flussi analizzati dalla concessionaria autostradale, verranno eseguiti controlli a random e indirizzati attraverso posti di controllo congiunti.  Nel 2017 il numero di rapporti emessi per mancati pagamenti dei pedaggi autostradali, sulla rete di Autovie Venete, sono stati 105.311 che hanno significato per la concessionaria un minor incasso di 679.712 euro (si tratta per il 65% di utenti stranieri e per il 35% di italiani). Di questi, ne sono stati recuperati circa un 45% pari a 306.347 euro quindi i mancati pagamenti reali sono stati 51.150 (lo 0,30% dei transiti) che per Autovie hanno significato un minor ricavo per 373.365 euro. Nessun problema per le notifiche di multe all'estero grazie al sistema Eucaris che consente la condivisione dei dati relativi alle immatricolazioni dei veicoli.

Il fenomeno dei mancati pagamenti si si concentra principalmente ai caselli di confine ovvero le barriere di Trieste Lisert e Villesse in provincia di Gorizia dove transitano gran parte delle merci dirette verso il Centro ed Est Europa. L’omissione del pagamento del pedaggio autostradale prevede una sanzione amministrativa pecuniaria di 85 euro che si aggiunge in ogni caso al pagamento del pedaggio. Al proprietario del veicolo, sarà anche richiesto di indicare chi era alla guida al momento del transito affinchè gli vengano decurtati due punti della patente. "Abbiamo già coperto tutto il Nord Italia con i nuovi controlli» fa sapere il direttore delle specialità della Polizia di Stato Roberto Sgalla mentre il presidente di Autovie Venete Maurizio Castagna ha riferito che "tra due anni oltre al completamento della terza corsia dell'A4 tra Portogruaro e Palmanova, sarà completata anche la Pedemontana veneta e ci sarà un percorso alternativo importante. E' stato proprio un assessore della Regione Veneto a confermarmi nei giorni scorsi la ripresa e l'accelerazione dei lavori per finire entro il 2020". 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Febbraio 2018, 15:13






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pedaggi non pagati: sequestro del mezzo ai "furbetti" recidivi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti