Fontana d'acqua dall'ultimo piano: la via diventa una lastra di ghiaccio

PER APPROFONDIRE: acqua, freddo, ghiaccio, inverno, trieste, tubo, viafilzi
foto di Mattia Assandri

di E.B.

TRIESTE - Una fontanella d'acqua zampillante dall'ultimo piano di un palazzo di via Filzi ha provocato stamattina la formazione di una lastra di ghiaccio sulla strada sottostante, sempre molto trafficata a tutte le ore del giorno. L'episodio non è sfuggito ai passanti più attenti che hanno immortalato la scena: a causa delle rigide temperature l'acqua ci ha messo poco a diventare ghiaccio. A provocare la "fontanella" è stata la rottura di un tubo di irrigazione. Sulla via Filzi dunque stamattina pioveva nonostante il cielo azzurro e il sole. Sul posto sono dovuti intervenire i vigili urbani e i vigili del fuoco a causa della pericolosità della situazione: l'asfalto ghiacciato era scivoloso. E' stato dunque gettato del sale per risolvere l'imprevisto. In caso di necessità è pronto intanto ad entrare in azione il “Piano Neve-Ghiaccio 2016-2017” coordinato da Comune di Trieste, AcegasApsAmga, con Trieste Trasporti e i volontari della Protezione civile comunale e dell'Associazione Nazionale Alpini. Il Centro operativo comunale fa capo alla nuova caserma “San Sebastiano”,  nella sala operativa delle Polizia locale, attiva 24 ore su 24 (tel. 040 366111).

Tra le informazioni utili si segnala che l'articolo 45 del regolamento per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati e la pulizia del territorio del Comune dprevede che ogni cittadino si occupi della rimozione di neve e ghiaccio dai propri passi carrai e dai tratti di marciapiede prospicienti la propria abitazione o la proprietà. Ed è vivamente consigliato di spargere sale sul marciapiede davanti a casa (circa 1 cucchiaio ogni mq prima che nevichi; circa 50 grammi se è già nevicato) per prevenire la formazione di ghiaccio. Sempre in caso di neve e ghiaccio, i cittadini sono chiamati a usare l’auto solo se strettamente necessario (oltre ad essere più pericoloso mettersi alla guida, il traffico rallenta il lavoro degli spazzaneve), a guidare con estrema prudenza, osservando l’art. 141 del Codice della Strada e montando gomme termiche o catene. A parcheggiare l’auto in garage, se possibile, per non ostacolare gli spazzaneve, ad evitare l’uso di moto, scooter e biciclette, nonché ad indossare sempre scarpe sicure ed eventualmente ramponi da ghiaccio, per prevenire possibili cadute: i marciapiedi, specie se si forma il ghiaccio, sono estremamente scivolosi.  A proteggere i contatori dell'acqua e a lasciar correre l'acqua nelle tubature nelle giornate particolarmente rigide, evitando cosi i danneggiamenti causati dal gelo.
       
In via precauzionale, anche perché al momento non si registrano necessità, il Comune distribuirà gratuitamente sale nelle sedi comunali di viale Miramare n. 65, di via dei Macelli n. 3, nella VI Circoscrizione in Rotonda del Boschetto  6,  nella II Circoscrizione a Opicina, via Doberdò 20/3 e nella I Circoscrizione in località Prosecco 159, operative da oggi a venerdì 13 gennaio, dalle ore 11.00 alle 15.00 e sabato 14 gennaio, dalle 11.00 alle 13.00.  Solo in caso di effettive precipitazioni nevose e di formazione di ghiaccio al suolo, saranno inoltre attivi  ulteriori e più mirati “punti sale”, non solo in prossimità di vie e strade in salita, ma capillarmente distribuiti nelle diverse zone e luoghi della città, cercando anche così di ridurre i disagi alla popolazione.
  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 11 Gennaio 2017, 14:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fontana d'acqua dall'ultimo piano: la via diventa una lastra di ghiaccio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti