Carnevale: il rione di Valmaura
vince il 27° palio, 2mila maschere

PER APPROFONDIRE: carnevale, palio, rione, sfilata, trieste, valmaura
Carnevale: il rione di Valmaura  vince il 27° palio, 2mila maschere

di E.B.

TRIESTE -  E' il rione di Valmaura con “A Valmaura l'Emoticon mania porta gioia e allegria” a vincere – per la seconda volta - il Palio di Trieste. Secondo posto per Cittavecchia-San Giusto. Terzo posto per Roiano. E buon riscontro di pubblico per il Corso Mascherato che, nonostante il freddo intenso, ha richiamato ugualmente in piazza migliaia di persone. Partito alle 14 da piazza Oberdan per concludersi - salutato da due ali di folla - in piazza Unità passando attraverso via Carducci, via Reti, via Imbriani e Corso Italia per sfociare in piazza dell'Unità d'Italia, il corteo composto da oltre 2mila tra maschere e bande, appartenenti ai rioni o iscritte singolarmente, ha visto presente come ospite in rappresentanza del Carnevale Carsico Basovizza che con il tema “Porto di Trieste Made in China” si è piazzato al quarto posto tra i carri nella sfilata di Opicina. A sfidarsi per il Palio di Trieste sono stati (in ordine di sfilata) i rioni di San Giovanni - “Dentro e fora", Valmaura - “A Valmaura l'Emoticon mania porta gioia e allegria”, Cittàvecchia San Giusto - “Jamaica no limits”, Servola - “Servola si tinge di rosa”, Roiano - “La luce”, Barriera Vecchia - “Coriandoli e serpentine” e Rozzol - “In fondo al mar”.  Fuori concorso, ha preso parte alla sfilata anche il rione di Borgo San Sergio con Le Caramelle.

Tra i gruppi iscritti più numerosi e appariscenti, ancora una volta i Gnamopli, gruppo composto in maggioranza da bambini e presente ogni anno più numeroso da sei edizioni, le Dolcezze e, per il particolare sketch, dedicato all'obbligo dell'utilizzo dei sacchetti biodegradabili al supermercato, "Sacheti no volemo e gnanca no paghemo". Hanno sfilato anche quest'anno molti bambini e vari ultranovantenni, tra cui il più anziano è stato Silvano Biagini, 95 anni, di Barriera Vecchia. In serata, la festa si è trasferita a Servola, sempre più, come da secolare tradizione, il paese del Carnevale, dove si è fatto festa prima della veglia funebre di Cornelio per le vie del rione. Ultimo spettacolare atto, sarà il Mercoledì delle Ceneri con i rituali funerali che si tengono sia a Servola che a San Giovanni. Il corteo funebre accompagnato dalla Banda Refolo partirà alle 15.30 con moglie, amante e figli addolorati per concludersi con il consueto e pittoresco Rogo. A San Giovanni le Esequie si terranno invece dalle ore 16 in Piazza Volontari Giuliani, dove il morto darà i numeri per la Lotteria a premi gratuita e, a seguire, si terrà il funerale di Re Carnevale.





 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Febbraio 2018, 19:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Carnevale: il rione di Valmaura
vince il 27° palio, 2mila maschere
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-14 08:39:09
Ottima copertura del Carnevale di Trieste... al contrario di quello blasonato di Venezia, sul quale il Gazzettino-on-line non spende nemmeno una parola! Ma Trieste aveva o no il "numero chiuso"?... Suppongo di no, tanto da rimanere il Carnevale allegro di sempre: al contrario di quello di Venezia strangolato da vincoli, restrizioni e divieti.