Lanciarazzi, mitragliatrice, munizioni nascosti in casa: padre e figlio arrestati

PER APPROFONDIRE: armi, arresti, arsenale, duino, monfalcone
Lanciarazzi, mitragliatrice, munizioni nascosti in casa: padre e figlio arrestati

di E.B.

TRIESTE - Padre e figlio arrestati. Il primo libero professionista, il secondo studente universitario. Nascondevano un arsenale di armi e munizioni tra Duino e Monfalcone. A scoprirlo gli agenti della Squadra Mobile di Trieste nel pomeriggio di giovedì 8 febbraio con il supporto della Squadra Mobile di Gorizia e del nucleo regionale artificieri della Polizia di Stato e della Polizia Scientifica di Trieste, nel corso di mirati servizi volti alla prevenzione e contrasto dei reati in materia di armi ed esplosivi: le attività investigative hanno consentito di rinvenire 1 pistola marca Beretta mod. 98 cal. 9x21 munita di due caricatori entrambi  riforniti con 15 cartucce cal. 9x21marca CEC, di provenienza furtiva, 1 caricatore del tipo a “banana” privo di munizionamento, 19 cartucce cal. 9x21 marca CBC, 42 cartucce cal. 7,62x54R di marca S&B, 1 lanciarazzi militare marca Zolja mod. M80 cal. 64mm con relativo proietto pronto all’utilizzo nella abitazione di Monfalcone dove risiedono padre e figlio.

Nascosta nel vano sottosella di un ciclomotore custodito all’interno del garage è stata trovata una pistola mitragliatrice “Scorpion” con relativo caricatore e calciolo ribaltabile che consente l’utilizzo oltre che ad una mano, anche a due mani imbracciandola come un moschetto, assicurandone una maggiore stabilità nell’impiego del tiro a raffica. In una terza abitazione, di una persona non rintracciata, a Turriaco (Gorizia) sono state scoperte una pistola ad aria compressa marca Skif modello A3000 da 4,5 mm munita di due caricatori e relativo munizionamento, 50 cartucce marca Fiocchi cal. 9 corto, 11 bossoli di cui 7 cal. 9x21 e n. 4 cal. 38 special, 60 cartucce, di cui 25 marca Fiocchi cal. 12 e 25 marca Titano cal. 12 e 10 marca Winchester cal. 12. Da chiarire il motivo della immediata disponibilità di tale tipo di armi, soprattutto il lanciarazzi e la pistola mitragliatrice, la cui detenzione, assolutamente vietata in quanto considerate da guerra o tipo guerra, determina l’arresto obbligatorio: sono in corso accertamenti per verificare la provenienza delle stesse. Sulla scorta degli elementi raccolti, i due sono stati tratti in arresto e si trovano al carcere del Coroneo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 10 Febbraio 2018, 14:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lanciarazzi, mitragliatrice, munizioni nascosti in casa: padre e figlio arrestati
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-02-11 09:50:19
la più preoccupante è la "pistola ad aria compressa marca Skif modello A3000 da 4,5 mm munita di due caricatori e relativo munizionamento". certo è che tutti i collezionisti di armi hanno nella loro collezione un lanciarazzi
2018-02-10 23:04:09
e il Mein Kampf non lo avete trovato? Cercate, cercate, vedrete che c'è
2018-02-10 17:36:01
Altri due bravi padano friulani del nord-est. Tale il padre tale il figlio....hahahahahahaahahahahahahahaahahahahaahahahahahahaha....altra scommessa vinta. Ciao enrico..ciao.
2018-02-11 18:06:24
Il solito copia incolla. Abbiamo altri undici mesi davanti. Poveri noi.
2018-02-10 15:01:12
Cosa te ne fai a casa di un LAW ... Spari alla macchina del vicino sperando che non ti becchino ??? due geni .. comprare dai confinanti e portare a casa, Pazzi. Iscrivetevi ad un corso di tiro dinamico che vi divertite di più.