Gli stranieri si comprano la città: corsa all'acquisto di una casa, inglesi in testa

PER APPROFONDIRE: case, stranieri, treviso, vendita
Gli stranieri si comprano la città: corsa all'acquisto di una casa, inglesi in testa

di Mattia Zanardo

TREVISO - Una casa a Treviso e dintorni: è il sogno (realizzato) anche per un numero crescente di stranieri. Attirati dall'atmosfera, dalla qualità delle vita e dalla vicinanza strategica con Venezia e le Dolomiti (a prezzi più accessibili della città di San Marco o di Cortina d'Ampezzo) sono sempre più gli acquirenti dall'estero a prendere domicilio nel capoluogo della Marca. 

In testa gli inglesi (dopo il Chianti e il Salento, che sia la volta del Trevisoshire?), ma anche svizzeri, francesi, belgi, tedeschi, qualche statunitense. «Le richieste sono in aumento in prevalenza dall'Europa centrosettentrionale - conferma Paolo Busato, responsabile per centro storico, fuori Mura e immobili di pregio dell'agenzia specializzata Studio 2000 del gruppo Grandi Agenzie -. Ad esempio, abbiamo appena concluso la vendita di una mansarda in un palazzo del XV secolo ad una famiglia svizzera, mentre ci ha contattato una signora da Londra alla quale la banca ha consigliato di investire proprio in un immobile nella nostra città. I russi, invece, preferiscono ancora puntare direttamente su Venezia»...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 11 Febbraio 2018, 13:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gli stranieri si comprano la città: corsa all'acquisto di una casa, inglesi in testa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-02-12 14:00:00
Finalmente ci sarà un ricambio della popolazione. Un po' di civiltà anglosassone non vi fa male. hhahahahaahahahahahahahahaaha....ciao enrico..ciao.
2018-02-12 13:11:59
... se c'è chi compra c'è chi vende..
2018-02-12 12:31:59
Il Veneto è già adesso molto richiesto. Cosa sarà quando ritornerà Indipendente e ripulito dalle tossine taliane?
2018-02-12 10:18:46
Solo fuochi di paglia.
2018-02-12 08:34:36
...gli italiani sono depauperati da dieci anni di recessione economica, da uno stato inetto ed iniquo, da un' Europa sogno di pochi ed incubo di molti. Il mercato immobiliare è stato poi distrutto da scelte macroeconomiche scellerate e fiscalità demenziale nel momento più inopportuno. Gli altri giustamente ne approfittano, perchè il differenziale economico cresce tra le economie che funzionano e quelle che boccheggiano o recedono. Quello che fa sorridere è che le previsioni catastrofiste anti- Brexit dell'intellighenzia filoeuropeista nostrana si sono dimostrate solo farneticazioni...loro crescono e noi no.