Sette anni in affido, bimba di 9 anni allontanata all'improvviso dalla famiglia

PER APPROFONDIRE: affido, bimba, genitori, treviso
Sette anni in affido, bimba di 9 anni  spostata d'improvviso dalla famiglia
TREVISO - Sette anni in affido a una famiglia, poi d'improvviso la bimba di 9 anni viene spostata. Senza alcuna spiegazione. Decine di cittadini del Trevigiano, tra cui sacerdoti e attivisti di solidarietà sociale, si stanno "ribellando" in questi giorni a quello che definiscono, in un'ingiunzione urgente al tribunale dei minori, all'Ulss e al Garante regionale dei diritti della persona, uno "strappo" in un caso di affido messo a segno improvvisamente dai servizi sociali.

Dopo quasi sette anni di convivenza, una bambina di nove anni è stata improvvisamente allontanata senza spiegazioni dalla famiglia affidataria e indirizzata ad una nuova struttura. La decisione dei servizi sociali, che secondo gli affidatari della piccola avrebbero agito senza coinvolgimento della procura dei Minori di Venezia ha scatenato, oltre alla presa di posizione giudiziaria della famiglia stessa, la reazione dei paesi coinvolti. «Dopo molti anni di ben avviato progetto quadro sulla vita della piccola - afferma l'avv. Roberta Bettiolo legale della famiglia affidataria - i genitori affidatari si sono visti travolgere da questa decisione comunicata in una lettera nella quale non si dava spiegazione dell'improvviso e inspiegabile intervento».

Secondo il legale «mai segnalazione di disagio è stata comunicata alla famiglia affidataria da parte dei servizi sociali, mai comunicazioni scritte circa asserite problematiche sono state indirizzate alla coppia durante i sei anni e mezzo di affido. La minore e i genitori affidatari - conclude il legale - avevano il diritto di essere informati per salvaguardare quel legame affettivo consolidatosi negli anni che ha accompagnato la piccola nelle sue tappe scolastiche di successo e nella sua vita di relazione». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 17 Dicembre 2018, 12:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sette anni in affido, bimba di 9 anni allontanata all'improvviso dalla famiglia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 29 commenti presenti
2018-12-19 18:45:09
Letta cosi' ci sono molte cose che non sono chiare. Se vi fossero stati degli estremi particolari oltre a togliere l'affido si sarebbe mossa la magistratura a contestare dei reati agli affidatari ma letta cosi' sembra un fulmine a ciel sereno. Pero' Va detto che la magistratura deve mettere il naso e chiamare i servizi sociali per chiarire le motivazioni che hanno portato ad n ascelta drastica
2018-12-18 22:03:29
Senza ulteriori approfondimenti è difficile poter dare un giudizio; vero è che non sarebbe il primo caso di strappo... ne ho letti tanti... si parla di pedofilia dei preti, ma non si approfondiscono tutti quegli atti moralmente violenti che i minori subiscono anche a seguito di banali errori dei responsabili preposti alla tutela dei diritti minorili. I Tribunali, le sezioni Minorili ad esempio, lavorano in stato di emergenza: mancano a volte perfino gli strumenti informatici a supporto delle attività di segreteria. Come può un togato lavorare in queste condizioni? I servizi hanno in mano un grosso potere, la differenza la fa chi esercita il proprio ruolo con competenza. Purtroppo ci sono pagine e pagine di denunce su questi argomenti! Recentemente anche la Corte Europea si espressa proprio su casi riguardanti la violazione della continuità affettiva!
2018-12-17 21:32:00
Letta così è una notizia assurda, che lascia ben pochi appigli per i servizi sociali... Spero solo che ci siano motivazioni che noi ignoriamo..... Devo però dire che in Norvegia ci sono casi dove, non i bambini affidatari, ma i figli legittimi di sangue, vengono prelevati con la forza dalle autorità in-competenti. E non per motivi economici e/o con problemi affettivi....ma per esempio se i genitori sono di certe idee, specialmente quelle opposte al pensiero unico,la cui è sempre più una dittatura estremista pericolosa....infatti in tutte le dittature il bersaglio principale sono i bambini, è sempre stato così, dall'Italia fascista, alla Germania nazista, all'Unione sovietica
2018-12-17 20:36:53
Mancano molti dati per poter giudicare.
2018-12-17 18:00:15
... servizi asociali e pure apodittici. è tutto un mondo a parte. un'isola in- felix su cui sarebbe doveroso indagare..